Punti di sospensione: uso dei tre puntini


I punti (o puntini) di sospensione, detti anche "tre puntini" nella lingua parlata, sono un segno di punteggiatura e si raffigurano con tre punti consecutivi scritti orizzontalmente. Si usano per indicare una pausa, simile alla virgola e, il loro compito è quello di interrompere un discorso o una parola. Oggigiorno se ne fa un uso spregiudicato: spuntano ovunque nelle frasi, anche in quelle in cui se ne potrebbe fare a meno.

Prima di iniziare a spiegare il loro uso nella frase, caso per caso, si ricorda che non sono né due (..) né 874548572 (....................), bensì tre: (...) . Inoltre sono seguiti da uno spazio, a meno che il carattere successivo non sia una parentesi o virgoletta di chiusura, un punto interrogativo o esclamativo.


...Prima della frase

I puntini di sospensione messi prima di una frase, creano la suspense del contenuto che verrà.

ESEMPIO:
...e alla fine mi diedero ragione.


In mezzo... alla frase

I puntini di sospensione che si trovano in mezzo alla frase hanno lo stesso significato di caricare la molla dell'aspettativa. Sono utilizzati anche per riprodurre l’andamento spezzato e ricco di pause tipico della lingua parlata. La frase che segue i punti di sospensione inizierà con la lettera minuscola, in quanto è come se la frase fosse momentaneamente sospesa in attesa di un continuo.

ESEMPIO:
- Rosso di sera... bel tempo si spera.
- Poi si è messo a piovere e… lasciamo perdere…
- Beh... volevo dirti... che... mi dispiace.


Alla fine della frase...

I puntini finali lasciano intendere che c'è dell'altro, che ne sappiamo di più oppure possono significare silenzio dovuto a disaccordo, disapprovazione o confusione. Se posti alla fine di una frase, la frase successiva inizierà con lettera maiuscola.

ESEMPIO:
- Come vuoi...
- Ok...
- E ti pareva...


...Sia all'inizio sia alla fine della frase...

I puntini iniziali e finali svolgono una funzione di virgolettato, evidenziano il contenuto di ciò che è scritto in mezzo come se fosse una frase di immenso significato.

ESEMPIO:
...dicevano che sarebbe andato tutto bene, dicevano...



Altri usi

1) I puntini di sospensione possono essere utilizzati per censurare parole che se scritte per esteso risulterebbero volgari (le parolacce).

ESEMPIO:
"vaffa…"
"…zzo"


2) I punti di sospensione disposti all'interno delle parentesi quadre indicano che la citazione riportata non è completa. [...] Tale tecnica viene utilizzata per evitare di citare interi paragrafi inutilmente.


3 commenti :

  1. Salve, vorrei sapere se utilizzare i puntini sospensivi, prima che il personaggio di un racconto parli, sia corretto.
    Esp: mi guardò sospettoso e disse... <>. Grazie anticipatamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. nel tuo caso ci vogliono i due punti : invece dei punti di sospensione
      All'interno delle virgolette basse doppie (« ») puoi anche usare i puntini di sospensione. Ad esempio:
      E disse: «mangio, bevo e... me ne frego».

      Elimina
    2. Si capisco e ti ringrazio per avermi risposto, ma ho notato, nei vari libri che ho letto, che ogni autore fa un pò come gli pare. Cioè. Ho visto che qualcuno mette i trattini per racchiudere un discorso, altri mettono le virgolette alte, altri ancora quelle basse, facendolo sembrare una sorta di segno distintivo, Allora ho pensato anch'io di creare il mio. Anche sapendo che era errato. Quindi ti chiedo... <>

      UN CALOROSO SALUTO, E GRAZIE ANTICIPATAMENTE.

      Elimina

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail.