Scuolissima.com - Logo


Sta, Sta', o Stà: come si scrive?



In questo articolo vediamo di fare chiarezza su quale sia la forma corretta sta, sta' e stà, in modo da evitare di commettere un errore grammaticale e sciogliere finalmente questo dubbio. Fra queste, due sono corrette ma vanno utilizzate a seconda del contesto e del significato della frase, mentre una è assolutamente sbagliata. Sapete in anticipo di quale si tratta?
Per ognuna delle seguenti forme, trovate la regola grammaticale e frasi di esempio.


STA (senza accento e senza apostrofo)

Sta/sto si scrivono sempre SENZA accento...TRANNE quando è imperativo, ma in quel caso ci va, non l'accento, ma l'apostrofo.

ESEMPIO:
- Si sta come d'autunno sugli alberi le foglie
- Oggi è una bella giornata, si sta proprio bene!


STÀ (con accento)

La forma stà con accento grave è sicuramente sbagliata perché non esiste nella grammatica italiana, in quanto  i monosillabi non hanno bisogno dell’accento quando non c’è il rischio di confonderli con degli omonimi. Anche se la si trova sempre più frequentemente sui social network non significa che l'uso può è accettato... piuttosto che l'ignoranza stia prendendo il sopravvento.


STA' (con apostrofo finale)

La forma sta', con apostrofo finale, è la 2° persona dell’imperativo del verbo stare (➔troncamento di stai).

ESEMPIO:
- Sta' seduto!
- Sta’ più attento!
- Sta' fermo!


'STA (con apostrofo iniziale)

La forma 'sta, con apostrofo iniziale, è una espressione gergale/dialettale e, nella lingua italiana suona male e  per questo non viene usata.

ESEMPIO:
- 'Sta cosa. (= per dire "questa cosa").


🧞 Continua a leggere su Scuolissima.com

Cerca appunti o informazioni su uno specifico argomento. Il nostro genio li troverà per te.


Oppure...
Esegui una ricerca a caso ►

© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2023, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies