Cos'è la Rivoluzione Agricola


Con l’inizio del basso medioevo ci fu una rivoluzione agricola. Vengono disboscati i boschi allargando le aree coltivabili.
Furono introdotti attrezzi in ferro che aumentarono la produzione agricola e quindi comparve la figura del fabbro e si iniziano anche a ferrare gli animali. Con l’aratro pesante, chiamato carruca, era possibile arare più in profondità e con più efficienza.
Fu utilizzata la rotazione triennale: il campo veniva diviso in 3 parti, due venivano coltivate e 1 veniva lasciata a maggese.
Se su un terreno veniva continuamente coltivato lo stesso vegetale si rovinava e quindi alternando la semina si otteneva un rendimento migliore.
La rivoluzione agricola portò ad un aumento demografico.


Argomenti più cercati

Seguici su

     



© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2021, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies