Alessandro Manzoni: La Pentecoste


Testo: La Pentecoste
Madre de’ Santi, immagine Della città superna Del Sangue incorruttibile Conservatrice eterna.

Parafrasi: La Pentecoste
Madre dei santi, immagine della città celeste, eterna conservatrice del sangue di Cristo, incorruttibile perché continuamente rinnova il suo effetto di redenzione nell'Eucarestia.

Analisi del testo: La Pentecoste
Nella prima (vv. 1-48) si rievoca l’origine della Chiesa, la “Madre de' Santi”. L’autore coglie della Chiesa primitiva l’aspetto passivo.

Commento: La Pentecoste
L'ultimo degli Inni Sacri di Alessandro Manzoni, oltre al Cinque Maggio e al coro di Ermengarda, è la Pentecoste.

Figure retoriche: La Pentecoste
"Soffri, combatti e preghi" può essere intesa come climax ascendente.


Argomenti più cercati

Seguici su

     



© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2021, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies