Commento breve sulla Divina Commedia di Dante Alighieri


di Dante Alighieri
Commento:

E’ considerata l’opera più importanti a livello nazionale, Dante è considerato come il pilastro della letteratura mondiale.Dante è vissuto tra il 1200 e il 1300 è nato nel 1265 ed è morto nel 1321. Si pensa che l’ultima parte non sia stata rivista da Dante. Ci sono arrivati solo manoscritti sul testo di Dante e sul suo grande poema ci sono state delle edizioni critiche tra cui quella di Giorgio Petrorchi.
Dante nella sua opera usa il verso endecasillabo cioè undici sillabe metriche. Nel poema c’è sempre un accento tonico sulla decima sillaba.
La divina commedia è formata da terzine a rima incatenata: ABA BCB
Il poema si divide in tre cantiche: Inferno,Paradiso,Purgatorio. Il poema di Dante parla del viaggio che ha fatto lui nell'oltretomba  Dante da al poema un valore simbolico cioè quello di far capire al lettore il peccato e condurlo alla purificazione dell’anima.
Dante si serve di fonti classiche e della letteratura classica come Virgilio ed Omero. Nel suo viaggio Alighieri vieni accompagnato nell'inferno e nel purgatorio da Virgilio (Rappresenta la Ragione umana) e nel paradiso da Beatrice (simboleggia la Giustizia divina).
Si attribuisce l’entrata all'inferno vicino Gerusalemme, Dante immagina l’inferno come un cilindro scavato nella terra con in fondo Lucifero.
L’inferno è diviso in nove cerchi e in più tre macrozone: Incontinenza,Violenza,Frode.


Argomenti più cercati

Seguici su

     



© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2022, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies