Periodo ipotetico - Grammatica italiana


L'insieme di una proposizione condizionale e della sua reggente forma un periodo ipotetico, cioè un periodo fondato su un'ipotesi:
  1. Se vieni mi farai piacere.

Nel periodo ipotetico le due proposizioni assumono nomi particolari:

- La proposizione condizionale (Se vieni) si chiama protasi, cioè premessa (dal greco protais, "ciò che è posto davanti").

- La proposizione reggente (mi farà piacere) si chiama apodosi, cioè conseguenza (apodosi è una parola di origine greca che significa "restituzione, conclusione").

Il periodo ipotetico si divide in tre tipi: realtà, possibilità, irrealtà.



1° tipo: della oggettività o della realtà

Si ha quando ci limitiamo a registrare l'ipotesi come un fatto oggettivo, reale, sicuro:
  1. Se vieni mi fai piacere (= vieni, mi fai piacere).
  2. Corri se vuoi arrivare in tempo (= vuoi arrivare in tempo: corri).
I modi sono: l'indicativo per la protasi (se vieni, se vuoi), l'indicativo o l'imperativo per l'apodosi (mi fai piacere, corri).



2° tipo: delle eventualità o della possibilità

Si ha quando l'ipotesi è presentata come eventualmente possibile:
  1. Se tu venissi (e può darsi che tu venga) mi faresti piacere.

I modi sono: il congiuntivo per la protasi (Se tu venissi), il condizionale per l'apodosi (mi faresti piacere).

Capita spesso di sentire o di vedere scritto frasi come: Se verrebbe, mi farebbe piacere invece di Se venisse, mi farebbe piacere. È grave errore, in questi casi usare, il condizionale al posto del congiuntivo.



3° tipo: della irrealtà

Si ha quando l'ipotesi è considerata irreale, irrealizzabile, contraria alla realtà, illogica. Esempi:
  1. Se tu fossi venuto ieri (ma non sei venuto) mi avresti trovato.
  2. Se io tornassi bambino (ma non è possibile) sarei felice.

I modi sono: il congiuntivo per la protasi (Se tu fossi venuto), il condizionale per l'apodosi (mi avresti trovato). Nell'uso familiare troviamo pure l'indicativo: Se venivi ti divertivi invece di Se tu fossi venuto ti saresti divertito.


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail.