Parole Composte


Le parole formate dalla combinazione di altre parole

La lingua è un codice economico: con l'alterazione e la derivazione risparmia, perché da una radice, con le diverse combinazioni di suffissi e prefissi, produce  tante parole, tante idee diverse: così si formano anche le nuove parole (neologismi) di cui è facile capire il significato. 
Per esempio: parol-ier-e, inform-atic-a, post-modern-o.

Un altro fenomeno di risparmio operato dal sistema lingua è la formazione di parole composte: unendo due parole se ne forma una terza che ha un significato nuovo che mette insieme il significato delle prime due. Per esempio: sempre-verde, batti-panni, sotto-passaggio.

Sempreverde è una pianta che ha le foglie verdi (non le perde in autunno).
Battipanni è un attrezzo che serve per battere i panni.
Sottopassaggio è un passaggio stradale sotto altre vie.

Spesso il significato della parola composta non è semplicemente la somma dei due primi significati.
Per esempio: terra-cotta, arco-baleno, bene-dire.

Terracotta è una terra particolare, cotta in un certo modo e anche l'oggetto (vaso o altro) fatto con tale materiale; arcobaleno è un fenomeno ottico per il quale appare, balena nel cielo un arco di vari colori dopo il temporale; benedire non significa dire bene, ma invocare la protezione divina su qualcuno.
Per quel che riguarda la formazione plurale parleremo di parole composte nel capitolo sul nome.


Argomenti più cercati

Seguici su

     



© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2022, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies