Le Congiunzioni - Grammatica italiana


Le congiunzioni congiungono tra loro due proposizioni, ad esempio nella frase:
Sono scappati quando sono arrivata. Ok passo e chiudo.

Le parole quando ed e si chiamano congiunzioni perché hanno una funzione di collegamento, uniscono quello che c'è prima di esse con quello che viene dopo.

Le congiunzioni possono anche congiungere due termini di una stessa proposizione (Passami sale e pepe).

Le congiunzioni sono parte invariabile del discorso. Per le congiunzioni alcuni linguisti preferiscono usare il termine segni funzionali di collegamento perché, di per sé prive di significato, hanno la funzione di collegare tra loro elementi diversi del discorso.

Rispetto alla forma le congiunzioni possono essere:
SEMPLICI: o, e, né, ma, anche, se ecc.

COMPOSTE: 
oppure (o + pure),
poiché (poi + che),
perché (per + che),
affinché (alfine + che)

LOCUZIONI CONGIUNTIVE: per il fatto che, per la qual cosa, dopo che, prima che, ogni volta che, tutte le volte che, non appena che, in modo che, anche se ecc.





Esempi

Fabio e Massimo giocano.
La "e" del primo esempio congiunge tra loro due elementi della stessa proposizione (Fabio-Massimo).

Lilly mangia ma il cucciolo la disturba.
Il "ma" del secondo esempio congiunge tra loro due proposizioni indipendenti l'una dall'altra (mangia-disturba);

Marco uscì mentre pioveva. Marco entrò mentre tu parlavi.
Il "mentre", invece, presente negli altri due esempi, introduce una proposizione (pioveva - tu parlavi) che dipende da un'altra proposizione (Marco uscì - Marco entrò).


In rapporto alla loro funzione le congiunzioni si dividono in:
  • Coordinanti: quando congiungono tra loro due elementi di una proposizione o due proposizioni indipendenti;
  • Subordinanti: quando congiungono tra loro due proposizioni, una delle quali dipende dall'altra, è cioè subordinata all'altra.


Congiunzioni coordinanti

  • Copulative positive: collegano due elementi (e, anche, pure, inoltre, ancora, perfino, altresì...)
  • Copulative negative: (né, neanche, neppure, nemmeno)
  • Disgiuntive: uniscono due parole mettendole in alternativa escludendone una (o, oppure, altrimenti, ovvero...). Un'altra congiunzione disgiuntiva è ossia, che può usarsi per indicare una scelta equipollente o una correzione.
  • Avversative: introducono un'opposizione (ma, tuttavia, però, pure, eppure, anzi, sì, nonostante, nondimeno, bensì, piuttosto, invece, mentre, se non che, al contrario, per altro, ciò nonostante...). Le congiunzioni sì e anzi sono ormai di uso raro e introducono più una coordinazione sostitutiva che un'avversativa.
  • Conclusive: introducono una conclusione (dunque, perciò, quindi, pertanto, allora, per cui, cosicché, inoltre, eppure, insomma, così...). Esistono inoltre le congiunzioni conclusive onde e sicché che si possono trovare spesso nell'uso parlato e in quello letterario dell'Ottocento.
  • Dichiarative (o esplicative): introducono una spiegazione collegata a un'affermazione che li precede (infatti, difatti, invero, cioè, ossia, ovvero, vale a dire, in effetti (effettivamente), in realtà...)
  • Correlative: si usano in coppia tra due proposizioni e mettono in corrispondenza due elementi (e... e, o... o, né... né, sia... sia, non solo... ma anche, ora... ora, tanto... quanto, tale... quale, così... come, come... così, sia che... sia che...). Gli elementi si suddividono quindi in iterati (sia ... sia) o variabili (nonché ... non)...

LEGGI ANCHE: Frasi con congiunzioni coordinate


Congiunzioni subordinanti

  • Causali: siccome che, poiché, perché, in quanto che, giacché, dacché, dal momento che, per via che, visto che, dato che, come,etc...
  • Finali: introducono gli scopi affinché, perché, acciocché...
  • Consecutive: cosicché, tanto che, in modo che, così...che, tanto..che ...
  • Temporali: quando, finché, fin quando, fintantoché, da che, da quando, dopo che, prima che, intanto che, (non) appena, ogni qual volta, ogni volta che, ora che, mentre...
  • Concessive: anche se, anche quando, qualora, nonostante, benché, sebbene, quantunque...
  • Dichiarative: che, come...
  • Condizionali: se, qualora, purché, a condizione che, a patto che, laddove
  • Modali: come, come se, nel modo che...
  • Avversative: mentre, quando...
  • Eccettuative esclusive limitative: tranne che, fuorché, eccetto che, salvo che, a meno che, senza che, per quello che,...
  • Interrogative dirette: se, come, quando, quanto, perché...
  • Comparative: come, così...come, più/meno...di come, più/meno...di quanto, più/meno/meglio/peggio...di quello [che], piuttosto che..
  • Relative: il quale, la quale, i quali, le quali, cui, che, chi...


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail.