Biografia: Aleksandr Solzenicyn



Biografia
Aleksandr Isaevic Solzenicyn nasce a Kislovodsk, nel Caucaso, nel 1918. Figlio di contadini, rimane presto orfano di padre. Si trasferisce con la madre a Rostov sul Don, dove si laurea in Matematica e inizia a insegnare. Nel 1941 parte per il fronte, dove si comporta con onore. Nel 1945, però, una sua lettera a un amico contenente alcune critiche a Stalin è intercettata dal controspionaggio sovietico: Solzenicyn viene condannato a otto anni di lavoro forzati nel campo di lavoro di Karlag. Qui rimane fino al 1953; in seguito sconta altri tre anni di confino in Kazakistan.
Nel gulag vorrebbe dedicarsi alla narrativa, per tramandare la memoria delle sue esperienze; ma nei campi di lavoro è proibito scrivere. Solo dopo la liberazione (1956) può coronare il suo proposito. Deve però attendere l’inizio del disgelo politico per vedersi pubblicato sulla rivista Novyj Mir (Il Nuovo Mondo) Una giornata di Ivan Denisovic (1962), romanzo largamente autobiografico.
Sulla stessa rivisa progressista esce, nel 1963, La casa di Matriona.
La fortuna di SOlzenicyn in patria, però, dura poco. L’inasprimento del regime costringe le opere successive a uscire all’estero: Divisione Cancro (1968), Agosto 1914 (1971) e Arcipelago Gulag (1973-76). Il Nobel per la letteratura assegnatogli nel 1970 aggrava la persecuzione: il 13 febbraio 1974 Solzenicyn è espulso dall’URSS.
Si stabilisce in Svizzera, poi negli Stati Uniti, dove pubblica La quercia e il vitello (1975), volume in gran parte di memorie. Diventa un punto di riferimento per gli esuli che combattono il regime. Intraprende una vasta storia della Russia ed elabora intanto una concezione politica e culturale imperniata sul recupero dell’ortodossia religiosa, delle tradizioni rurali e del panslavismo. Può ritornare in Russia nel 1994, ma nella nuova realtà post-comunista non trova spazi né consenso popolare.


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail.


© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2021, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies