Pirandello: Questa sera si recita a soggetto


di Luigi Pirandello
Riassunto:

che assieme a "Sei personaggi in cerca d'autore", e "Ciascuno a suo modo" fa parte della trilogia del "teatro nel teatro" che rivoluzionò il modo tradizionale di recitare attraverso l'introduzione di nuove tecniche, non limitando l'azione degli attori al solo palcoscenico ma facendoli recitare anche in platea, nei palchi, nel ridotto per incrementare il coinvolgimento del pubblico.




Trama:
Il regista Hinkfuss propone una recita a soggetto sulla trama di una novella pirandelliana; gli attori accettano, ma si rifiutano di recitare il dramma come vuole il regista: non vogliono essere delle marionette, ma vogliono recitare guidati dalla passione. Nasce sulla scena un conflitto, ma la spuntano gli attori.
Questa è la trama da rappresentare: Nico Verri ha sposato Mommina, una ragazza che, insieme alle tre sorelle, si era data alla bella vita con gli ufficiali. Nico è geloso e, pensando al passato della moglie, la obbliga a trascurarsi e a stare sempre chiusa in casa, ignorando ogni svago. Un giorno arriva in città una delle sorelle, divenuta cantante, per recitare nel Trovatore di Verdi.
Mommina, quando sa la notizia, ripensa alla sua giovinezza, a quando andava a teatro ed era felice, e racconta alle sue bambine, di quei tempi e del contenuto dell’opera, anzi canta loro alcuni brani fra cui Leonora addio. E’ tanta la passione con cui Mommina canta che cade morta. Anche nella ricostruzione scenica è tale la passione con cui la prima attrice interpreta Mommina, che si sente male davvero, ma il regista è trionfante: lo spettacolo è tanto più vivo e riuscito, quanto più gli attori si sono compenetrati nella loro parte facendola rivivere al vero.

Morale: gli attori sulla scena rendono immortale la realtà.


Argomenti più cercati

Seguici su

     



© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2021, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies