Montale: La casa dei doganieri


Testo: La casa dei doganieri
Tu non ricordi la casa dei doganieri sul rialzo a strapiombo sulla scogliera.

Parafrasi: La casa dei doganieri
Il poeta, rivedendo la casa dei doganieri, rivive i momenti felici trascorsi in compagnia di una giovane donna.

Analisi: La casa dei doganieri
L’ispiratrice di questa poesia, una delle più belle del Novecento italiano, è Annette (o Arletta). Montale la frequentò in gioventù, dal 1920 al 1924, al tempo dei soggiorni estivi a Monterosso. 

Commento: La casa dei doganieri
Qui, nella casa sul confine del mare, un giorno lontano vennero i due protagonisti.

Figure retoriche: La casa dei doganieri
Ho trovato una bella analisi con metafore e similitudini da Yahoo Answers.


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".