Analisi: Io voglio del ver la mia donna laudare


di Guido Guinizzelli
Analisi del testo:

Nella prima strofa Guinizzelli afferma di voler lodare la sua amata e per farlo la descrive paragonandola ai fiori e alle stelle; nella seconda strofa il poeta continua la descrizione attraverso i paragoni alla natura e ai gioielli. Nella terza strofa si passa ad una descrizione "spirituale" sottolineando le virtù della donna e in particolare la sua umiltà; infine, nella quarta strofa continua a lodare le sue vitrù dicendo che nessun uomo può avere vicino a lei pensieri vili e tanto meno le si può avvicinare. Strutturalmente la poesia è formata da 4 strofe (due quartine e due terzine) in cui le rime sono, prima alternate e poi ripetute secondo lo schema ABAB ABAB CDE CDE; nelle prima due strofe la donna angelo svolge la funzione grammaticale di complemento in quanto è il poeta ad essere soggetto tramite la sua narrazione; invece nella terza e nella quarta strofa ella svolge la funzione di soggetto in quanto è la donna ad essere il fulcro della poesia. All'interno dell'opera una funzione sostanziale è svolta dal quarto verso della seconda strofa, in quando segna il passaggio tra la descrizione "terrena" della donna e la descrizione delle virtù spirituali di essa; infatti nelle prime due strofe essa viene paragonata prima alla rosa (il cui colore rimanda alla labbra e alle gote) poi al giglio (fiore bianco che rimanda al colore della pelle), fino ad arrivare a paragonarla a elementi della natura e alle pietre preziose. Nelle ultime due strofe invece, Guinizzelli ci dice le virtù della donna e in particolare l'umiltà (da cui deriva ogni virtù), tant'è che quando passa per le vie, si degna di salutare l'uomo cortese e con il suo saluto lo eleva e rende credenti coloro che non lo sono; l'uomo vile non è nemmeno in grado di vederla e in sua presenza non può provare pensieri impuri.


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail.