Digrammi e trigrammi


Un gruppo di due lettere (ch, gh, gn, sc, gl, gi, ci) avente un solo suono si chiama digramma (parola greca che significa doppia lettera). In italiano, rispetto alle altre lingue, esiste una maggiore corrispondenza tra la pronuncia e la grafia, tra i fonemi e i grafemi. Una corrispondenza quasi perfetta, ma non perfetta.

Per esempio ci sono dei fonemi che vengono espressi da gruppi di due o tre lettere.


Digrammi

I digrammi usati in italiano sono sette:

GL = davanti a I: egli, figli (in pochi casi, però, gli si pronuncia con la G dura anche davanti a I senza formare digramma: negligente, negligenza, ganglio, glicine ecc.)

GN = legno, campagna (non però in parole di origine straniera, come wagneriano, da Wagner)

CH = davanti a E e I: oche, chimica

GH = davanti a E e I: margherita, laghi

SC = davanti a E e I: scegliere, nascita

CI = davanti a A, O, U: camicia, marcio, ciuco

GI = davanti a A, O, U: giallo giorno, ingiuria


Trigrammi

Un gruppo di tre lettere avente un suono unico si chiama trigramma.
I trigrammi usati in italiano sono due:

GLI + vocale = aglio, maglia, sbagliare, pagliuzza

SCI + vocale = lascio, sciupare, coscia, fasciato

Nei trigrammi la "i" serve solo da segno grafico.


Argomenti più cercati

Seguici su

     



© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2022, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies