Descrizione: Conte zio



Riassunto del Conte zio
Il conte Attilio è il cugino di don Rodrigo, e lo aiuta nel suo infame obiettivo, ovvero quello di catturare Lucia.Costui si presenta con le stesse caratteristiche del cugino. Scommette con lui sul fatto che non sarebbe riuscito ad impossessarsi di Lucia, ed è proprio a causa di questa scommessa che inizia tutta la vicenda che si svilupperà in diversi capitoli. Il conte Attilio in seguito cercherà di aiutare don Rodrigo andando a Milano per fare in modo che padre Cristoforo non interferisca con la scommessa, anzi cercherà di farlo trasferire. Al termine del romanzo il conte Attilio morirà di peste; proprio nell'occasione del suo funerale don Rodrigo contrarrà lo stesso morbo.

Ruolo nel romanzo
Aiutante dell'antagonista (simboleggia la classe dei potenti e corrotti). Potente rappresentante della famiglia, membro del Consiglio Segreto, zio del conte Attilio (cugino aiutante dell'antagonista don Rodrigo, cinico e amorale).

Comportamento
Risoluto. Carattere serio, paternalistico, consapevole del suo potere.

Analisi
E' il cugino di don Rodrigo ed è proprio lui a dare inizio a tutta la vicenda dei "Promessi sposi".
Il conte Attilio infatti, vedendo Lucia passargli davanti, sfida il cugino.
Dice a Rodrigo che secondo lui non avrebbe mai il coraggio di avere quella donna.
Don Rodrigo quindi farà di tutto pur di avere Lucia.
Per di più schermirà in futuro sempre di più il cugino che non si arrenderà mai anche per questo motivo, alla fine raddoppiando anche la somma di tenaro che scommettono.
Ma soffermiamoci in questo capitolo. La caratteristica che notiamo sicuramente qua di questo personaggio è la sua ignoranza, ricorrente in tutto il romanzo. Oltre infatti a far risaltare nel suo discorso a tavolo come non ragioni con la testa ma risolverebbe tutto con la violenza, picchiando e prendendo a bastonate le persona "inferiori" a lui, oltre a far notare, durante il banchetto, che non capisce le cause della carestia dando dunque la colpa ai fornai, compie molti errori grammaticali nei suoi discorsi.
Se ti serve poi un quadro generale del personaggio devi anche sapere che tiene tanto alla faccia della sua famiglia da inventare una scusa per convincere il Conte Zio (personaggio di cui non sappiamo il nome perché secondo il Manzoni era di poca importanza saperlo ma era invece essenziale sottolineare il ruolo del personaggio) ad aiutare don Rodrigo che si ritrova incastrato dal "Sua Signoria".
In essenza e poi c'è da dire che è il personaggio più negativo di tutta la storia: se infatti alla fine del racconta vediamo tutti gli antagonisti pentirsi (don Rodrigo e L' Innominato)o almeno capire di aver sbagliato almeno per un minuto (don Abbondio), lui rimarrà sempre uno stupido e arrogante signorotto, raffigurazione perfetta del ricco del '600.


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail.