Si scrive Ciliegie o Ciliege?
     


Si scrive Ciliegie o Ciliege?


La ciliegia è un frutto particolarmente apprezzato per forma, aspetto e sapore. Certamente è uno dei frutti più amati ma anche quello che mette più in difficoltà nella lingua italiana. Sono infatti in pochi a conoscere il corretto plurale di ciliegia: si scrive ciliegie o ciliege?



La regola grammaticale dice: il plurale dei nomi che al singolare terminano in -cia e -gia (es. ciliegia, provincia, camicia) cambia a seconda se i nessi siano preceduti da una vocale o una consonante. Se sono preceduti da una vocale devono finire in -cie e -gie, mentre se sono preceduti da una consonante devono finire in -ce e -ge.


ESEMPIO:

La parola "ciliegia" finisce in -gia che è preceduta dalla vocale "e", di conseguenza il plurale sarà ciliegie.

La parola "arancia", invece, finisce in -cia ma è preceduta dalla consonante "n", di conseguenza il plurale sarà arance.


Altre parole in cui si applica la medesima regola sono:
  1. buccia/bucce
  2. doccia/docce
  3. roccia/rocce, 
  4. spiaggia/spiagge,
  5. camicia/camicie, 
  6. fiducia/fiducie, 
  7. malvagia/malvagie.



Eccezione alla regola

Alcuni dizionari riportano come forme plurali ciliegie, valige, province e questo andrebbe contro le regole basilari della grammatica italiana. A tal proposito è impossibile non fare riferimento al romanzo "Un cappello pieno di ciliege" di Oriana Fallaci, pubblicato dopo la morte dell'autrice. In questo caso, la scelta potrebbe essere stata influenzata dalla formazione linguistica della scrittrice (nata nel 1929) o dall'ambientazione storica del romanzo, dato che l'espressione proviene da una lettera che s'immagina scritta nel Settecento.

Secondo alcuni dizionari la pronuncia delle consonanti "c" e "g" (di -cie e -gie) rimangono dolci sia dopo la "i" che dopo la "e", pertanto seguendo questo criterio non è necessario l'inserimento della "i" al plurale. A meno che non si faccia confusione con altre parole, come nel caso di camicie e camice.

Seppure siano ormai usate e largamente accettate e, classificate come forma moderna, noi suggeriamo di seguire le tradizionali regole grammaticali insegnateci a scuola! Ovvero, dovrete continuare a scrivere ciliegie, con la i.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".