Riassunto: la Nigeria
     


Riassunto: la Nigeria


La Nigeria, ufficialmente Repubblica Federale della Nigeria, è una nazione dell'Africa occidentale che si affaccia a sud sul golfo di Guinea (oceano Atlantico) e confina con il Benin ad ovest, il Ciad e il Camerun ad est e il Niger a nord. La Nigeria è la nazione più popolosa del continente e il settimo del globo.



Territorio

La Nigeria occupa un territorio tre volte più grande dell'Italia e si affaccia sulla parte centrale del golfo di Guinea.

Le città principali sono concentrate nelle pianure del sud. La parte centrale del paese è formata da colline e altopiani. Il nord è prevalentemente occupato da pianure aride.

Tra i rilievi abbiamo l’altopiano di Bauchi e le alture al confine con il Camerun che sono ricoperti da manti erbosi.

Il fiume più importante è il Niger che sfocia nel golfo di Guinea, è noto anche il Benue che è completamente navigabile. Sono presenti numerosi corsi d'acqua ma hanno un percorso breve e appartengono quasi tutti al bacino del Niger.

Oltre alla capitale Abuja, le altre città importanti sono Abeokuta, Ibadan, Port Harcourt, Enugu, Kano, Kaduna, Jos e Benin City.



Clima

La Nigeria presenta una grande diversità di ambienti dovuta al diverso regime delle piogge. Procedendo dalla costa verso l'entroterra si succedono clima equatoriale e clima subequatoriale.

Nel sud-ovest vi è un ritmo tipicamente sub-equatoriale con due stagioni di piogge e due stagioni secche;
Il sud est è invece influenzato dal monsone, vento caratteristico dei climi tropicali.
Nel centro, la stagione delle piogge cade durante l’estate boreale e la stagione sacca d’inverno.
La vegetazione varia di conseguenza dalla foresta equatoriale sempreverde, alle savane più o meno alberate del centro e del nord, alle aride steppe delle sponde del lago Ciad.



Curiosità

La lingua ufficiale è l'inglese ma la popolazione usa una versione semplificata e africanizzata che chiamano broken english o pidgin english. Le altre lingue parlate sono: hausa, yoruba e igbo.

È uno dei paesi al mondo che condanna l'omosessualità con la pena di morte per lapidazione.



Cenni di storia

La Nigeria ha forti radici storiche.

Il territorio nigeriano è abitato sin dal 9000 a.C. e fu denominato Nigeria da Flora Shaw, futura moglie del Barone Lugard, nel XIX secolo.

Ai portoghesi successero gli inglesi. Nell'Ottocento vi crearono due protettorati (protettorato della Nigeria Meridionale e della Nigeria Settentrionale).

Dopo i portoghesi, furono gli inglesi che stabilirono rapporti privilegiati con le popolazioni dell’attuale Nigeria, specialmente dopo che una legge britannica vietava finalmente la pratica della tratta degli schiavi (1807). La sviluppo amministrativo della colonizzazione della regione è piuttosto complicato. Nel 1861 fu istituita ufficialmente la colonia di Lagos, nella zona costiera, tuttavia vari tratti della costa erano sotto protettorato britannico già da prima del 1850. Questi furono riuniti nel 1885 nell’Oil Rivers Protectorate, che dal 1893 si chiamò Niger Coast Protectorate. Nel 1900, altri territori furono integrati nella Costa del Niger e fu istituito il nuovo protettorato della Nigeria Meridionale, al quale nel 1906 fu aggregata anche la colonia di Lagos. Le regioni settentrionali, prevalentemente abitate dagli Haussa, furono organizzate verso la fine dell'ottocento nel protettorato della Nigeria Settentrionale. Le due entità politiche furono unificate nel 1914 nella colonia della Nigeria, che nel 1954 ottenne un assetto federale con autogoverno e, nel 1960, l’indipendenza. Raggiunta l'indipendenza, il 1° ottobre 1963 fu proclamata la repubblica. In seguito il Paese fu sconvolto da lotte tra gruppi locali.



Economia

I ricavi derivati dalla vendita del petrolio, mantengono alto il livello di crescita della ricchezza del Paese. Ma la produzione di petrolio è controllata in gran parte da multinazionali straniere.
L’agricoltura è entrata in crisi sia causa dell’alta concentrazione puntata sul petrolio, sia perché è praticato ancora con metodi arretrati.
L'allevamento è sviluppato solo nelle aree interne.
L’insufficienza delle reti di trasporto, impediscono una maggiore crescita e una più equa distribuzione della ricchezza.

Le risorse minerarie sono ingenti, il Paese fornisce i 4/5 della produzione mondiale di columbite, minerale da cui si ricava il niobio. A parte le attività minerarie, la Nigeria è scarsamente dotata di industrie, fatta eccezione per quelle tessili, alimentari e per la produzione di legname da costruzione.

Il settore terziario è più sviluppato grazie al commercio con l'estero, delle banche e della borsa valori.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".