Riassunto: il Messico




Cenni storici
Sull’altopiano centrale del Messico fiorì la civiltà degli Aztechi che fu distrutta dagli spagnoli, Città del Messico sorge sull’antica Tenochtitlan (antica capitale).
Con la distruzione della civiltà azteca, gli indios furono relegati ai margini della società: oggi il 30% della popolazione è india, il 15% bianca e la maggioranza meticcia.


Confini
Il Messico confina a nord con gli Stati Uniti, a sud con il Guatemala e il Belize ed è bagnato ad est dal golfo del Messico e ad ovest dall’Oceano Pacifico.


Territorio
La maggior parte del territorio messicano è formato da altopiani tra i 1500 e i 2000 m, verso il golfo del Messico si estendono alcuni bassopiani. Ha due importanti catene montuose: la Sierra Madre Orientale e Occidentale, che sono ai lati dell’altopiano Centrale.
Il Messico si trova vicino al margine di due zolle, per cui vi sono frequenti terremoti e ha numerosi vulcani attivi.


Clima
Il clima è tropicale-arido nei territori settentrionali che perciò hanno steppe o semideserti, e diventa tropicale-umido nelle pianure sul mare.
Man mano che aumenta l’altitudine, il clima diventa temperato, per cui si parla di Tierra Caliente fino a 700-800 m, di Tierra Templada dagli 800 ai 2000 m e Tierra Fria oltre i 2000 metri.


Aspetti antropici
Le terre temperate hanno sempre avuto la maggioranza della popolazione, soprattutto in questo periodo in cui c’è stata un’eccezionale crescita demografica e urbana (immigrazione dalle campagne). Questo fenomeno è gigantesco nella conurbazione della capitale: Città del Messico.


Capitale e altre città
Città del Messico, la capitale, è su un altopiano a 2300m. La forte sismicità del territorio e il grave inquinamento dell’aria causato dall’enorme traffico insieme alla carenza di abitazioni e di servizi sociali, sono i problemi principali di questa città.
La capitale ospita un imponente apparato terziario e quaternario. Altre grandi città sono: Guadalajara e Monterrey.


Economia
Il Messico possiede buone risorse minerarie, è il primo produttore mondiale di argento e ha buone riserve di petrolio e gas naturale.
L’agricoltura è tra le più produttive dell’america latina e occupa ¼ della popolazione.
Fagioli e mais sono prodotti in grande quantità, come anche la frutta. Sull’altopiano si coltiva il caffè. Nella penisola dello Yucatan si coltiva l’agave.
L’allevamento bovino e suino sono sufficienti per la nazione.
L’apparato industriale è insufficiente o gestito da capitali stranieri interessati solo al basso costo della mano d’opera.
Il turismo riguarda le rovine delle civiltà azteca e maya e i centri balneari del golfo del Messico. È un paese con notevoli potenzialità ed emergente.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".