Si scrive O o OD?


La regola grammaticale dice che bisogna aggiungere la consonante "d" alle congiunzioni primitive e(ed) a(ad) e o(od) quando queste si trovano davanti a una parola che iniziale con la stessa vocale. L'evoluzione della lingua, però, ha portato ad un uso sempre meno frequente della forma "od". Grammaticalmente non sarebbe nemmeno scorretta come forma, però non si usa più con frequenza quindi è meglio utilizzare solamente "o", "o almeno", "oppure" giusto per tagliare la testa al toro.


La regola grammaticale

Si utilizza "O" quando la parola che segue inizia per consonante o una vocale diversa da "o". (es. Cosa manca: olio o aceto?)

Si utilizza "OD" solo quando la parola che segue inizia per "o". (es. Cosa manca: aceto od olio?)

Come potete vedere, anche se la regola della d eufonica dice di scrivere "od", non suona molto bene e, per questo motivo nessuno utilizza più questo tipo di congiunzione.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".