Cos'è la dislessia


La dislessia (dis = erroneo, lessia = lettura) è un disturbo neurologico caratterizzato dalla incapacità di leggere e comprendere un intero scritto pur comprendendo ogni singola parola, ne siamo a conoscenza solo da circa 3 decenni. Prima questi bambini erano ritenuti deficienti o svogliati e disinteressati alla studio per mancanza di volontà e di conseguenza avevano una carriera scolastica fallimentare. Non si sa bene in cosa consista, certamente è un problema di mancato coordinamento occhio-cervello, per cui l'atto di leggere, che una volta appreso non dà problemi ai "normali", ai dislessici è difficile sempre come le prime volte. Ci sono alcuni sintomi per individuarla, ad esempio l'inversione delle sillabe: invece di "cavolo", il bimbo dislessico leggerà "calovo" e non si accorgerà dell'errore. Spesso l'intelligenza è non solo normale, ma addirittura superiore alla media, alcuni han visto correlazione tra notevoli capacità logico-matematiche e dislessia. Adesso gli insegnanti dovrebbero essere consci del problema e capaci di individuarlo, allora si procede con esercizi appositamente studiati che rendono più facile la lettura, che però sarà per sempre un'operazione faticosa e piuttosto lenta. A volte alla dislessia si associa anche la disgrafia, cioè l'incapacità di scrivere correttamente la parola che si intende scrivere.

Anche se nei primi anni di scuola può essere uno svantaggio, se l'insegnante si dimostra bravo il bambino imparerà presto a conviverci e a sfruttare questa cosa a suo vantaggio.

Provate a leggere questa frase:
Nvaiagdno su itnrent ho soceptro una csoa a dir pcoo srtaroidanira, parcatimntee qnuado noi legagimo una farse o in gerenale una proala, il nsorto ceelrvlo non lgege ongi sginola ltetrea che vdee, ma asismila l’itnera poarla cmoe un ttut’uno e pprroio per qsueto mtiovo scvriedno le praole seplmicemtne con la ltetera izniiale e quella fialne crorette, la ntrosa tseta rsciiurà uagulmetne a legegre qelulo che c’è scrtito. Cmoe in qeuetsa smelpice farse che mi snoo ivnetnttao.

Se vi concentrate sulle singole lettere non riuscirete a leggerla.. ma se vi concentrate sulla frase, allora andrete spediti... la dislessia è un po' così.

E per chi non ha voglia di leggere o di capire quanto scritto, può semplicemente guardarsi questo bellissimo video che rende ancora meglio il concetto. Un bambino dislessico spiega a tutti noi in cosa consiste il suo problema e come l'affronta ogni giorno. Afferma che il suo quoziente intellettivo non è inferiore a quello degli altri bambini e che spesso è anche superiore. Nella parte finale del video conferma questa tesi proponendo l'elenco di alcuni personaggi famosi dislessici.


A tal proposito voglio ricordare che sono molte le celebrità che hanno ammesso di essere affetta da SDA ed inoltre secondo alcune ricerche anche le persone che hanno vissuto in un lontano passato e sono considerati grandi scienziati e inventori avevano lo stesso tipo di disturbo.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".