Conoscere le statistiche di un sito web di altre persone


Quando si tratta di capire l'andamento del proprio sito si utilizzano tools gratuiti come Google Analytics per vedere le visite uniche degli utenti, il numero di pagina visualizzato da ogni utente, gli articoli più letti in giornata, nell'ultimo periodo e perfino in tempo reale; oppure Google Webmaster, più sofisticato del primo, che permette di vedere attraverso la verifica della sitemap, tutti i link in entrata e in uscita, se Google bot riesce ad accedere nelle pagine, e se il sito è ok per essere visualizzato e quindi indicizzato sui motori di ricerca.

Se invece si vogliono conoscere le statistiche di un sito web che non si conosce, perché appartiene ad altre persone si dovranno utilizzare altri tools. Il motivo è semplice, Google Analytics e Google Webmaster forniscono dati riservati, la cui visione è riservata solo agli amministratori di un sito o a tutti coloro che viene dato l'accesso di poter visionare tali statistiche (per esempio un editore/moderatore).

Questi tools che permettono di sapere quante visite fa un sito non di nostra proprietà, su quali keyword è piazzato meglio, quali gli portano più visite o quali sono i siti da cui ha ricevuto link, sono gratuiti per la versione demo (e quindi incompleta) ma in ogni caso si riveleranno un grosso aiuto per chi non ne aveva mai fatto uso in precedenza, sia per chi non ne fosse al corrente sia per chi non riusciva a capirne l'utilità.

1) Contatore: alcuni siti mostrano un contatore nella parte bassa del sito. A seconda di quale abbiano inserito è possibile capire quanti utenti online sono collegati sul momento, quante visite e quante impression hanno ricevuto in giornata. Se usano il contatore di WhoAmung è molto semplice spiare le statistiche perché bastafare un click su di esso. Se usano il contatore di Histats, alcuni potrebbero decidere di nascondere le statistiche.

2) Alexa: questo sito è online dal 1996 e tre anni dopo è stato acquisito da Amazon. E' famoso per la sua classifica di siti web di tutto il mondo suddivisi anche per nazione. Riesce a fornire tali statistiche in base agli utenti che hanno installato la toolbar o estensione che mostra il posizionamento in classifica per ogni sito visualizzato. Secondo me il posizionamento in classifica non dipende dal numero delle visite uniche ma dalle impression, inoltre il sito stesso afferma che 'le stime di traffico sono più affidabili quanto più un sito si avvicina alla prima posizione in classifica. I siti oltre la 100.000° posizione sono soggetti ad ampie fluttuazioni, e il traffico di tali siti può essere considerato come approssimativo.

3) SimilarWeb: è molto simile ad Alexa ma è nato solo nel 2013. Nonostante la giovane età è diventato un punto di riferimento per chi vuole studiare le statistiche di un sito concorrente. Il calcolo non avviene mediante un'estensione bensì attraverso una gran quantità di fonti più o meno precise ed affidabili come un panel navigatori usato da decine di milioni di utenti, alcuni service provider di diverse paesi, migliaia di siti che hanno collegato il proprio Google Analytics a SimilarWeb e crawler per la scansione dei siti web. Mi sembra molto attendibile per quanto riguarda lo studio delle keyword che portano un maggiore afflusso di utenti e le sorgenti di traffico.

4) Semrushè un tools online che si occupa di SEO/SEM, insomma per quelli che non si accontentano mai e che questo lavoro lo svolgono come professione. E' un servizio a pagamento, anche costoso, ma per una decina di tentativi la versione gratuita può essere una buona alternativa.

5) Audiwebtramite la registrazione gratuita al sito Audiweb potrete consultare liberamente i documenti disponibili e le sintesi dei dati di diffusione e accesso a internet, anche dati di alcuni celebri siti web italiani.

Si ricorda che tutti questi siti elencati, anche quelli pagamento mostrano dei valori approssimativi in quanto solamente il gestore di un sito può conoscere i propri "numeri" utilizzando Google Analytics.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".