Trama e analisi: Il ritratto di Dorian Gray


Autore: Oscar Wilde, autore nato nel 1854 a Dublino. Studia al Trinity College di Dublino e frequenta l’università di Dublino. Si distingue per il suo spirito eccentrico, la rara eleganza e la sua conversazione brillante. “Il ritratto di Dorian Gray” è uno dei suoi capolavori. Altre sue opere importanti furono: De profundis, Il fantasma di Canterville e Il principe Felice e altri racconti. Muore all’età di 46 anni a Parigi il 30 novembre 1900.

Trama:

Questo romanzo, raccontato da un autore esterno narra la storia di un ragazzo di nome Dorian Gray. Egli era un giovane, la cui bellezza e purezza affascinava tutti e faceva da modello al suo amico pittore Basil Hallward. A casa di Basil conobbe un uomo, che gli cambiò completamente la vita: Lord Henry Wotton. Henry, con le sue parole ciniche e il suo stravagante e disordinato modo di vita influenza negativamente Dorian, parlandogli dei piaceri di qui potrebbe godere grazie alla sua magnifica bellezza e faccia innocente, di cui non si era reso conto prima. Così Dorian comincia a invidiare il suo ritratto che rimarrà sempre giovane mentre il suo viso mostrerà i segni della vecchiaia e senza volerlo stringe un patto, grazie al quale manterrà il suo viso sempre giovane e puro, mentre il suo ritratto porterà i segni del passare degli anni. Dopo il ragazzo incontra una meravigliosa attrice di cui si innamora, ma poi abbandona. Questa, che si chiamava Sybil Vane si suicida. Saputa la notizia Dorian Gray nota sul suo ritratto un primo mutamento, che lo fa sembrare malvagio. Perciò ossessionato dal quadro che vedeva ogni giorno lo nasconde in soffitta e lo va a vedere di tanto in tanto. Capisce che il ritratto rappresenta la sua coscienza e le sue azioni lasciano dei segni sul viso dipinto nel quadro e non nel suo. Passano diversi anni e la sua vita è sempre molto disordinata, piena di eccessi e azioni malvagie, come quella dell’amico Lord Henry. Un giorno riceve una visita dal pittore Basil e gli fa vedere il ritratto. Questi prega Dorian di pentirsi delle sue azioni e cercare di condurre una vita migliore. Allora Dorian Gray, accecato dalla rabbia, in un momento di follia uccide il suo vecchio amico considerandolo l’unico responsabile della creazione del ritratto e dei segni che portava. L’azione commessa insieme all’inseguimento del fratello di Sybil, che lo vuole uccidere, gli portano tanto timore, preoccupazione e rimorso, tanto che non riesce più a vivere come prima. Alla fine non resistendo più decide di uccidere il suo ritratto, con un coltello. In realtà uccide se stesso. Alcuni giorni dopo i servi trovano Dorian Gray vecchio e avvizzito, disteso per terra, accanto al ritratto di lui giovane.

Personaggi principali:

- Dorian Gray è il protagonista di questo romanzo, un giovane di straordinaria bellezza, che approfittando del suo viso innocente e puro gode di tutti i piaceri della vita, influenzato dall’amico Henry Wotton, arrivando a commettere addirittura un delitto
- Henry Wotton, un uomo più grande di Dorian, che conduce una vita ai limiti della decenze e influenza tutte le persone che gli si avvicinano.
- Basil Hallward, è un grande pittore e amico di Dorian, per il quale prova un grande sentimento di amicizia. Egli dipinge il ritratto di cui Dorian invidierà la bellezza.

Personaggi secondari:
- Sybil Vane, attrice innamorata di Dorian per il quale si suicida.
- James Vane, fratello di Sybil vuole vendicare la morte della sorella, ma finisce per essere ucciso durante una battuta di caccia.

Tempo:

La storia narrata in questo libro è ambientata alla fine dell’Ottocento, inizio Novecento, cioè un’epoca contemporanea al periodo in cui è vissuto l’autore.

Ambiente:

La vicenda è ambientata in Inghilterra, più precisamente a Londra.

Commento:

Questo romanzo ha catturato molto la mia attenzione perché ho trovato molto interessante e originale la trama del libro, nonché il modo di raccontare di Oscar Wilde e i temi affrontati nella storia. Mi ha sorpreso inoltre la particolare abilità dell’autore di capire e trasmettere, attraverso dettagliate descrizioni i sentimenti e la coscienza degli uomini. Le parti che mi sono maggiormente piaciute sono state quelle in cui parla Lord Henry Wotton, il quale ha delle originali teorie sulla vita degli uomini, che mi hanno fatto riflettere, ma tuttavia non condivido.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".