Tema sulla poesia


In questo tema viene spiegato cos'è la poesia e viene presa come riferimento una celebre poesia del Carducci.

Tema Svolto:
Scrivere in versi è il modo più elevato per esprimere i propri sentimenti. Perciò le poesie hanno da sempre fatto parte della cultura letteraria di un popolo e sono state apprezzate nel corso dei secoli per la loro leggerezza, la loro musicalità ed il frequente uso di figure retoriche che permettono di far comprendere meglio tutte le sfumature di significato di ciò che si vuole trasmettere.
Una poesia non ha un significato necessariamente e realmente compiuto come un brano di prosa, o, meglio, il significato è solo una parte della comunicazione che avviene quando si legge o si ascolta una poesia; l'altra parte non è verbale, ma emotiva. Queste strette commistioni fra significato e suono rendono estremamente difficile tradurre una poesia in lingue diverse dall'originale, perché il suono e il ritmo originali vanno irrimediabilmente persi e devono essere sostituiti da un adattamento nella nuova lingua, che in genere è solo un'approssimazione dell'originale.
Le poesie quindi possono essere scritte su tantissimi tipi di argomenti, data la varietà di emozioni che un uomo può provare e vuole trasmettere, ma quelle che più toccano il cuore dei lettori sono le poesie che rievocano tempi o luoghi lontani e portano sempre con sé un po' di malinconia. Molti poeti arrivati ormai alla maturità ricordano con tenerezza e molta nostalgia i tempi della loro fanciullezza. In queste poesie emerge quasi sempre un rimpianto dei bei tempi passati e una voglia impossibile di rivivere quegli anni.
La giovinezza sembra quindi un dolce sogno, che risulta indefinito, ma che nel ricordo rievoca la felicità provata da ragazzi. In molti casi inoltre le poesie ricordano oltre ad un semplice sentimento anche il luogo dove si è vissuti da bambini, con i suoi paesaggi colorati, e i suoni caratteristici. Ciò riemerge dalla memoria dei poeti ed il tono nostalgico è inevitabile perché tutti vogliono rivivere dei periodi felici, senza dover affrontare le insicurezze che presenta il futuro. Questi componimenti, scritti con il cuore riescono a commuovere anche gli animi più duri, perché leggendo tutti si possono immedesimare nella situazione descritta dal poeta e ricollegarla alla propria esperienza.

Giosuè Carducci in "Traversando la Maremma toscana", riferito al paese nativo ha scritto:
"Ben riconosco in te le usate forme
con gli occhi incerti fra 'l sorriso e il pianto,
e in quelle seguo de' miei sogni l'orme
erranti dietro il giovenile incanto."

Chi ha lasciato il luogo della sua infanzia e ne è ritornato dopo molto tempo non può non emozionarsi alla lettura di questi versi perché certamente anche lui avrà provato gli stessi sentimenti.
Molti però sono toccati anche da poesie di altro genere, poesie che possono riguardare il presente e che hanno dei toni più allegri. Infatti non è detto che per coinvolgere il lettore una poesia debba essere necessariamente dai toni malinconici o tristi, anzi le persone hanno bisogno di leggere o ascoltare componimenti, che trasmettano felicità e serenità.
Inoltre non si deve guardare né al passato, né al futuro, con rimpianto o paura, ma si deve vivere al massimo nel presente, spensierati ed in pace con se stessi.

In conclusione le poesie possono essere scritte sui più svariati argomenti e i poeti possono seguire lo stile che desiderano, ma i componimenti che arrivano direttamente al cuore dei lettori, coinvolgendoli, sono quelli che ricordano tempi passati o luoghi lontani.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".