Tema: Lettera, SMS o Email


Tema svolto: le differenze dei modi di comunicare.

L'evoluzione tecnologica ha apportato innumerevoli miglioramenti dal punto di vista della comodità di cui l’uomo è sempre stato alla ricerca. Per il mondo del lavoro c’è stato un notevole miglioramento tra velocità e qualità dei prodotti e servizi, ma si può dire lo stesso per quanto riguarda la comunicazione? O per meglio dire, nella comunicazione di emozioni?
C'era un tempo in cui dovevamo continuamente intingere la penna d'oca nel calamaio per comunicare per scritto con qualcuno lontano. C'era un tempo in cui guardavamo la penna a sfera con occhi sgranati, lieti finalmente di poter scrivere in modo fluido e senza continue interruzioni. Ora, è arrivata l'era della tecnologia e non si usa quasi più scrivere lettere a mano. Bensì, tutto viene battuto a macchina togliendo quelle poche tracce personali che i fogli di carta portano con sé.
Siamo invasi da sms ed email che comunicano al posto nostro, trasmettendo pensieri a una velocità impressionante a differenza della vecchia lettera che impiegava un certo tempo nell'arrivare, quest'ultima è diventata sempre di più un metodo antiquato e surclassato per trasmettere emozioni anche economicamente dato che sms ed email sono relativamente gratis (grazie ad internet e promozioni telefoniche). Quindi la comunicazione è diventata semplice e immediata e questa comodità concessaci di certo non si può discutere, ma qualcosa da dire riguardo l’aspetto significativo, non concreto, sul modo di interagire con l’altra persona, potrebbe aver portato confusione rispetto il peso delle parole, rendendoci inconsciamente più freddi. Su quest’argomento ci sarebbe tanto da dire, iniziamo dall'impegno nel trasmettere il sentimento: la lettera è di certo più impegnativa dell’sms o dell'email, dimostra l’intenzione di voler trasmettere veramente qualcosa; il tempo trascorso per la scrittura, il preoccuparsi di spedirla al più presto possibile e infine l’attesa. L’sms invece non può di certo dimostrare impegno per la facilità di scrittura. Sono veloci ed ottimi per ricevere informazioni di necessità immediata ed oltre ad essere brevissimi solitamente, per questione di spazio e risparmio, prediligono la scrittura di parole in forma abbreviata, talvolta tralasciando lettere indispensabili e quindi scrivendo coscientemente in maniera sgrammaticata; il testo risulterà ugualmente capibile al destinatario, il problema sorge in seguito quando si prende l'abitudine di scrivere così anche per cose più importanti. Gli sms hanno sostituito maggiormente le visite di persona o al massimo le chiamate, il modo nuovo di comunicare che ha davvero messo nel cassetto dei ricordo la lettera sono le email: lunghe quanto basta, semplici ed immediate e le conversazione tramite chat e social network.
Ritornando sulle differenze vecchia/nuova comunicazione, resta il fatto che la lettera è pur sempre una cosa bella da ricevere, gli occhi di chi la riceve si illuminano per la curiosità di sapere cosa ci sia scritto dentro, dato che si da' per scontato che non sono mai banali. Le lettere oltre ad emanare un certo profumo, presentano una scrittura non uniforme essendo queste scritte a mano e da questa si può notare ad esempio se il mittente aveva fretta di scrivere, se calcava la mano su alcune parole, se esitava lasciando cancellature... tutto questo fa sì che l'autore della lettera sia più vicino di quanto lo possa essere un sms o una mail, al contrario esse sono fredde, non trasmettono nulla, possono contenere delle emoticon (faccine) ma non possono avere lo stesso valore di un disegno a mano libera nell'angolino di un foglio di carta, inoltre anche il più ignorante può trasformarsi in un professore di grammatica basta semplicemente premere il tasto di correzione automatica e l'errore scompare come per magia. A questo punto viene da pensare che la tecnologia abbia rovinato i rapporti umani, e forse in parte è così, ma ci sono cose che sono impossibili da evitare e il modo di comunicare è una di queste, comunque le lettere non sono mica scomparse del tutto e se si tratta di una persona che si vuole bene o a maggior ragione che si ama con un po' di volontà e anche di coraggio si potrebbe anche fare un tentativo nell'utilizzarla per trasmettere le proprie emozioni,  il destinatario apprezzerà sicuramente la lettera ricevuta in maniera inattesa (forse non da' subito, non essendone abituata)  rispetto ad un sms o email già prevista e scontata perché la lettera si conserva e la si rilegge per ricordarsi certi momenti mentre un messaggio non ha la capacità né di entrare nei cuori delle persone né tanto meno di essere ricordato, tant'è che si cancellano, appunto per fare spazio a quelli nuovi.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".