Tema: ritorno a scuola dopo le vacanze


Il primo giorno di scuola di quest'anno sapevo già, bene o male, cosa mi aspettasse. Come accadeva ogni mattina, anche durante le vacanze estive, arrivava il suono della sveglia che era puntata per farmi alzare in tempo, in modo tale da iniziare la routine quotidiana “pre-scolastica” con meno frenesia: colazione, doccia, abbigliamento non curato nei minimi dettagli, zaino in spalla e pronto per andare al liceo con l'autobus. Fuori dalla scuola guardavo tutti i ragazzi che per la prima volta vedevano l'edificio che li avrebbe accolti, cresciuti e probabilmente anche un po' intimoriti per i prossimi 5 anni. Io, che in questa scuola ho già trascorso un anno, ho cercato i miei ormai ex compagni fra la moltitudine di studenti, per salutarli prima dell'altro "driin", stavolta quello della campanella che avvisa di rientrare ognuno nelle proprie classi. Io, incuriosito da quello che mi aspettava, mi recai nella mia nuova classe. La mia prima impressione sui compagni è stata buona, così, “a pelle” direi che siamo proprio una bella classe. Fortunatamente mi sembra che fin'ora si sia formato, per quanto possa essere basilare, un buon legame fra a me e i miei compagni, ma sono certo che questo rapporto potrà crescere nell'arco dei 5 anni. Quest'anno, per fortuna o per sfortuna, mi sono stati assegnati nuovi professori. Fin'ora per quanto io possa conoscerli mi sono sembrati ottimi insegnanti dal punto di vista didattico. Non tutti però rispondono alle mie prerogative a causa forse del mio carattere forte, probabile, che anche io non rientro nelle loro simpatie ma sicuramente credo che imparerò a conoscerli meglio e riuscirò, nel mio piccolo, a capirli, cercando di instaurare un buon rapporto anche con loro. Quest'anno mi sono imposto l'obbiettivo di essere promosso con zero debiti e con una media di almeno 7. Lo considero un obbiettivo modesto, poiché si potrebbe fare molto di più ma ho intenzione di pormi prima un obbiettivo da raggiungere, poi se le circostanze e anche un pizzico di fortuna mi aiuteranno ad ottenere più di quello che speravo ne sarei entusiasta. Ho intrapreso quest'avventura con un spirito diverso dall'anno scorso. So bene che ora sono cresciuto, ho intrapreso una strada che non è tutta in discesa, ma che anzi in alcuni momenti presenta tratti in salita molto ripidi, ma so che se vorrò e se
 mi impegnerò a fondo riuscirò a superare qualsiasi salita si presenterà sul mio cammino scolastico. 
La mia ansia da primo giorno di liceo è ora letteralmente sparita, ora non  giungo più a scuola con la paura ma con gioia infatti ho appreso in poco tempo
 che le cose vanno meglio sopratutto se viste con una prospettiva positiva. 
Ora mi trovo in un ambiente completamente nuovo, con ragazzi nuovi, nuovi insegnanti, nuovi libri, nuove materie... e in tutto questo c'è anche un nuovo me. 
Un nuovo me che ha tanta voglia di imparare, di impegnarsi, di socializzare, 
ma che ha anche tanta voglia di divertirsi e di godersi questi 
anni che saranno sicuramente tra i più belli della mia vita.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".