Riassunto storia di Sansone


La storia del popolo ebreo è davvero lunga da raccontare in poche righe, quello che dovete sapere per adesso è che erano discendenti di Abramo, un uomo che passò moltissimo tempo nella schiavitù, in Egitto, fu ricondotto in Palestina da Mosè, al quale il Signore aveva affidato le tavole della Legge, cioè i Dieci Comandamenti. Ebbe capi valorosi e virtuosi, detti Giudici, fra questi il più famoso era proprio Sansone che possedeva una forza eccezionale. Il segreto della sua forza stava nei suoi capelli e così i suoi nemici sapendo di non poter nulla in un combattimento corpo a corpo pensarono di sconfiggerlo usando l'astuzia, cosa in cui lui effettivamente peccava un po': si innamorò di Dalila ma questi lo tradì e la notte, mentre lui dormiva gli tagliò i capelli. Sansone senza capelli aveva perso quella forza che l'aveva reso invincibile e così i nemici per assicurarsi che lui non poteva più opporsi a loro lo accecarono. Dimenticarono, o meglio non diedero molta importanza al fatto che i capelli prima o poi ricrescono e man mano che gli ricrescevano gli ritornava anche la forza e così quando sentì di essere ancora forte come una volta, Sansone si fece condurre nel tempio nel pieno di un banchetto dove i suoi nemici onoravano una loro divinità e con due bracciate distrusse le colonne più grosse del edificio facendolo crollare. Lui morì, stavolta, ma insieme a lui anche tremila Filistei.

LEGGI ANCHE: Storia dettagliata di Sansone e Dalila



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".