Parafrasi: Voi ch'ascoltate in rime sparse il suono


Parafrasi: Voi ch'ascoltate in rime sparse il suono

di Francesco Petrarca
Parafrasi:

Voi che ascoltate nelle poesie quei versi di varie dimensioni suddivise tra di loro dal suono di quei sospiri con i quali nutrivo il cuore al tempo del primo traviamento giovanile, quando in parte ero un uomo diverso rispetto alla persona che sono adesso, delle varie forme poetiche nelle quali piango e ragiono spero di trovar non solo il perdono ma anche la comprensione da coloro che conosco l'amore perché lo hanno già provato.
Ma vedo come per tutti gli altri sia stato oggetto di derisione per lungo tempo, per cui spesso mi vergogno di me stesso; e il frutto del mio amore impossibile è la vergogna, il pentimento e la chiara consapevolezza che tutto quello che piace al mondo è vano.


Nessun commento:

Scrivi un commento

Se trovate imperfezioni o volete aggiungere qualcosa all'articolo lasciate un commento.
Per commentare, dovete usare un account Google / Gmail.