Fare un buco nell'acqua - Significato


Perché si dice "fare un buco nell'acqua": origine, spiegazione e come si usa nella lingua italiana.

Fare un buco nell'acqua
 è un modo di dire della lingua italiana molto usato, specialmente nel linguaggio parlato, e a differenza di altri modi di dire risulta essere di facile comprensione perché non fa uso di metafore, bisogna solamente focalizzarsi sul suo significato letterale.



Significato

Questo modo di dire viene usato per indicare un'attività o un tentativo che non è andato a buon fine, cioè quando si ottiene un insuccesso o un fallimento in qualcosa.
Avete mai provato a fare un buco nell'acqua? E non intendo letteralmente con un trapano, bensì lanciando qualcosa in essa. Cosa accade quando lanciate un sassolino della spiaggia in mare? Si viene a creare un piccolo "buco", ma quasi all'istante si riempie nuovamente e l'acqua ritorna alla sua forma iniziale perché è questa una delle proprietà dell'acqua e più in generale dei liquidi: il liquido assume la forma del suo contenitore e si deforma in base alle forze che agiscono su di esso (nel caso del lancio della pietra la forza generata sull'acqua ha una durata breve e difatti il buco è visibile sono per un tempo breve). Dal momento che non si può creare un buco nell'acqua questo modo di dire viene usato come sinonimo di fallimento.
Vi sono altri modi di dire dal significato simile, e sono:
  • Pestare l'acqua nel mortaio;
  • Fare la zuppa nel paniere;
  • Fare il lavoro di Sisifo;
  • Lisciare la coda al diavolo;
  • Fare fiasco.



Curiosità

Il modo di dire è riferito alla incapacità di un individuo di creare buchi nell'acqua, ma in realtà i buchi nell'acqua esistono e sono chiamati "vortici marini". Sono un fenomeno ancora oggetto di studio e si possono formare ovunque nei nostri mari: a vederli è come se qualcuno avesse tolto un "tappo" e l'acqua cominciasse a ruotare vorticosamente mentre viene risucchiata verso il basso in profondità. Tale fenomeno può durare alcuni minuti e raggiungere grandi dimensioni.



Quando si usa

Questo modo di dire si può usare nei confronti di una persona che compie un tentativo inutile che si rivela un fallimento. Spesso è la persona stessa che fallisce che usa questo modo di dire per spiegare come è andata la situazione evitando così di usare le parole "fallimento" e "insuccesso".

ESEMPIO:
Pierino credeva che barando sarebbe riuscito a realizzare un bellissimo tema e invece il suo piano ha fatto un buco nell'acqua.

Come è andato l'esame per la patente? Malissimo pensavo fosse andato bene e invece ho fatto un buco nell'acqua.  

Ho investito su un grosso affare ma alla fine il progetto si è rivelato un grosso buco nell'acqua.


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail.


© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2021, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies