Legno, Legna e Legname: qual è la differenza?


Appunto di cultura generale che spiega le somiglianze e le differenze tra i termini "legno", "legna" e "legname" e qual è il loro plurale.

Legno, legna, legname... tre parole apparentemente con lo stesso identico significato e, quindi, sinonimi, ma che in realtà andrebbero usate per scopi diversi.

Qui di seguito trovate la definizione di ciascun termine e alcuni esempi di utilizzo:



Legno

Con il termine "legno" si indica generalmente la parte solida del fusto, dei rami e delle radici degli alberi e degli arbusti.
Viene anche usato in riferimento ai vari impieghi in falegnameria e simili.

ESEMPIO: legno lavorato, legno verde, legno duro, legno liscio, legno venato, legno di noce, legno di cipresso, statua in legno, tavola in legnogamba di legno, mobili in legnoil legno della porta nel gioco del calcio.



Legna

Con il termine "legna" si indica esclusivamente il combustibile costituito da porzioni di tronchi e rami d'albero.

ESEMPIO: una stufa a legna, spaccare la legna, legna da ardere, treni a legna.



Legname

Con il termine "legname" si indica esclusivamente l'insieme di pezzi di legno tagliati in quanto materiale da costruzione e da lavoro.

ESEMPIO: deposito di legname.



Come si forma il plurale

Singolare Plurale
LegnoLegni
Legna Legna (Legne - solo uso dialettale)
Legname Legnami


Il singolare maschile legno deriva dal latino lignum.

Il singolare femminile legna deriva dal latino ligna, originariamente plurale di lignum. Il plurale femminile legne è limitato all'uso regionale toscano e, quindi, non è una forma accettata nella lingua italiana.


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail.