Là dove o Laddove: come si scrive?


Si scrive "là dove", nella forma separata e con accento, oppure "laddove" nella forma univerbata?

Eccovi un altro dubbio che può cogliere alla sprovvista chiunque: tra Là dove o Laddove, qual è la grafia corretta? È vero che nella lingua italiana, nel caso vi dovesse venire un dubbio di questo genere, è sempre possibile ricorrere all'uso dei sinonimi (parole alternative che mantengono lo stesso significato) e anche in questo caso ve ne sono diverse che potrete utilizzare, ma se foste costretti a usare una delle due , quale avreste scelto?



La regola grammaticale

Da un punto di vista grammaticale entrambe le forme sono corrette. Si differenziano, però, in base all'uso e al contesto. Questo vuol dire che la scelta di una grafia rispetto all'altra deve avvenire secondo un preciso ragionamento.

Là dove = ha la funzione di avverbio di luogo; la grafia separata serve ad accentuare il valore relativo di "dove".

Un chiaro esempio di come andrebbe usato lo trovate nel testo di una delle canzoni più famose di Adriano Celentano, "Il ragazzo della via Gluck":
Là dove c'era l'erba ora c'è... una città.

Un altro esempio potrebbe essere:
Là dove si parla italiano, vi è l'italia.

Laddove = con grafia unita, è preferibile quando è congiunzione con valore avversativo (mentre, invece, ma) o come congiunzione con valore condizionale. Le congiunzioni condizionali sono quelle congiunzioni che introducono una proposizione condizionale esplicita (se, qualora, laddove, ove).

Con valore avversativo, quasi subordinante, al posto di "mentre", "ma" o "invece":
Ha voluto parlare, laddove gli conveniva tacere. 

Con valore congiuntivo condizionale, al posto di "qualora":
Laddove non si presenti puntualmente, lo si abbandoni.


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".