L'unione fa la forza


Cosa significa il proverbio "L'unione fa la forza": origine, spiegazione e come si usa nella lingua italiana.

L'unione fa la forza è un celebre proverbio della cultura popolare italiana.
Secondo alcuni e, quindi, secondo fonti non attendibili ma comunque interessanti, prende spunto dal "fascio littorio": di origine etrusca e poi adottati anche nell'Antica Roma, i fasces lictorii erano le armi portate dai littori e consistevano in un fascio di bastoni di legno legati con strisce di cuoio, in genere intorno a una scure.



Significato

Il proverbio sta a significare che gli obiettivi sono più facili da raggiungere se si agisce come gruppo.

In parte contraddice un altro famoso proverbio "chi fa da sé fa per tre" ma, anziché riferirsi all'individuo che agisce da solo, va a concentrarsi maggiormente su chi fa parte di una squadra che però non è realmente un gruppo unito, bensì un gruppo spaccato in due o ancora peggio in piccoli gruppetti.

Per esempio, in una partita di calcio da 90 minuti, fatta eccezione per la giocata fortunata, l'errore arbitrale e il talento davvero esagerato di certi calciatori, in genere vince la squadra che riesce a giocare come una vera squadra, ovvero una squadra che fa del collettivo il proprio punto di forza: tutti corrono e quindi le energie sono meglio distribuite rispetto a una squadra che sfrutta solo i giocatori più talentuosi, si conoscono a memoria e sanno come servire il pallone al compagno anche senza alzare lo sguardo per vedere dove si trova.

Pure nel regno animale "l'unione fa la forza", basti pensare al branco di lupi, di leoni, di iene che si organizzano per attaccare tutti insieme animali di stazza superiore.

Un altro famoso motto dal significato simile è "tutti per uno, uno per tutti".



Come si usa?

Questo proverbio viene adoperato ogni volta che si presenta una qualche situazione complicata dove si deve partecipare in gruppo, come: un evento sportivo, una gara di qualsiasi tipo, un lavoro che richiede la stretta collaborazione fra colleghi ecc. Viene usato dallo stesso membro della squadra o da qualcuno dall'esterno, che può essere l'allenatore, un fan, un amico o parente, per incitare appunto la squadra a lottare tutti insieme verso il raggiungimento dell'obiettivo.

ESEMPIO
:
Ci sarà da soffrire ma se restiamo uniti torneremo in Serie A.


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".