Immigrato, Emigrato e Migrante: qual è la differenza?


Qual è il termine corretto di coloro che lasciano il proprio paese: immigrato, emigrato o migrante? Sono sinonimi o ciascun termine si riferisce a una diversa categoria di persone e situazioni?

I termini immigrato, emigrato e migrante, da cui derivano immigrazione, emigrazione e migrazione fanno tutti e tre riferimento all'azione dello spostarsi da un luogo a un altro, quello che li contraddistingue è il diverso punto di vista.

Qui di seguito riportiamo il significato di ciascun termine e le principali differenze.



Immigrato - Immigrazione

Si definisce immigrato colui che provenendo da un paese straniero o da altra regione dello stesso paese, si sia temporaneamente o definitivamente stabilito in un luogo. L'immigrato è la persona, invece l'immigrazione è il processo di insediamento da un luogo a un altro rispetto a quello di origine. Il fenomeno è l'opposto dell'emigrazione.

ESEMPIO:
Per noi sono immigrati quelli che si stabiliscono nel nostro paese (Italia). Il più delle volte sono abitanti del Terzo Mondo che lasciano le loro famiglie e il loro paese dove le condizioni di vita sono dure e difficili per andare in cerca di lavoro e fortuna nei paesi ricchi della Comunità europea.



Emigrato - Emigrazione

Si definisce emigrato colui che ha lasciato il proprio paese per vivere altrove. L'emigrazione è il processo di trasferimento all'estero o in una regione diversa dalla propria e può essere temporaneo o definitivo, in genere avviene per ragioni economiche o politiche. Il fenomeno è l'opposto dell'immigrazione.

ESEMPIO:
Per noi sono emigrati gli italiani che lasciano il nostro paese. Un esempio sono i giovani che lasciano l'Italia perché non vedono prospettive di lavoro o gli imprenditori che si sentono soffocare dalla pressione fiscale, e preferiscono emigrare verso quei paesi più aperti a questa mentalità di crescita e di sviluppo.

Se andiamo in America, siamo emigrati dall'Italia, ed immigrati in America.



Migrante - Migrazione

Si definisce migrante chi si sposta verso nuove sedi, un migratore. Il fenomeno della migrazione è più generico e non scandisce il punto di partenza (emigrazione) o di arrivo (immigrazione).

ESEMPIO:
Al principio d'autunno le rondini migrano nei paesi caldi.


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".