Poesie e filastrocche sulle vacanze


Le più belle poesie d'autore, anche in rima, le più simpatiche filastrocche e canzoncine sulle vacanze.

Le vacanze, specialmente quelle che arrivano dopo un anno travagliato, sono necessarie per staccare la spina dalla routine, dal lavoro, dallo studio e dalla scuola, dallo stress, dai problemi, dai tempi dettati dalla sveglia, per andare altrove come in mare o in montagna, o all'estero e, soprattutto, per recuperare le energie fisiche e mentali.

In questa pagina trovate una raccolta di poesie e filastrocche sulle vacanze; vi aiuteranno a raggiungere quel senso di libertà, di tranquillità e spensieratezza che non dovrebbero mancare per vivere al meglio. Non perdetevi neppure le frasi sull'estate e le frasi sulle vacanze e le ferie.


(Il paese delle vacanze - Gianni Rodari)
Il paese delle vacanze
non sta lontano per niente:
se guardate sul calendario
lo trovate facilmente.
Occupa, tra Giugno e Settembre,
la stagione più bella.
Ci si arriva dopo gli esami.
Passaporto, la pagella.
Ogni giorno, qui, è domenica,
però si lavora assai:
tra giochi, tuffi e passeggiate
non si riposa mai.


(Buone vacanze - Elisa)
Chi va in montagna a camminare,
chi va al mare a nuotare,
chi rimane in città e si gode la tranquillità.
Il sole, le nuvole, la pioggia in vacanza,
non hanno importanza.
Tra un tuffo o una passeggiata
ecco che la giornata è già passata.
Poter stare finalmente soli con mamma e papà
è questo il segreto della felicità.


(Agosto)
Io sono agosto e sono il più galante,
asciugo i fossi e taglio le piante:
se non avessi già il campo vangato
sarei da tutti poltrone chiamato.
Porto le more e le notti belle,
a San Lorenzo il pianto di stelle
e per l’Assunta piccioni arrosto,
perdo la rondine il dì di San Rocco.



(Vacanze per tutti - Gianni Rodari)
Filastrocca vola e va
del bambino rimasto in città.
Chi va al mare ha vita serena
e fa castelli con la rena,
chi va ai monti fa le scalate
e prende la doccia delle cascate..
E chi quattrini non ne ha?
Solo resta in città:
si sdraia al sole sul marciapiede,
se non c’è un vigile che lo vede,
e i suoi battelli sottomarini
fanno vela nei tombini.
Quando divento Presidente
faccio un decreto a tutta la gente:
- Ordinanza numero uno:
in città non resta nessuno;
ordinanza che viene poi,
tutti al mare, paghiamo noi;
inoltre le Alpi e gli Appennini
sono donati a tutti i bambini.
Chi non rispetta il decreto
va in prigione difilato.


(Filastrocca dell'estate)
Filastrocca dell’estate
son più lunghe le giornate,
splende alto il sole d’oro,
le cicale fanno il coro.
Filastrocca di stagione
c’è la pesca, c’è il melone,
giù nei campi il grano biondo,
su nel cielo un blu giocondo.
Filastrocca monti e mare
in vacanza a riposare,
che risate ci faremo,
quanto ci divertiremo!


(Filastrocca dell'estate - Marzia Cabano)
Sono tante le sudate
sotto il caldo solleone,
anche sotto l'ombrellone!
Filastrocca dell'estate
con le bibite ghiacciate,
la barchetta va sull'onda,
sta il bagnante sulla sponda;
filastrocca dell'estate,
sono buone le insalate
con il tonno,i pomodori,
le verdure ed i colori,
filastrocca dell'estate,
quante belle passeggiate!
Sotto l'albero il riposo
con il gatto un po' scontroso;
filastrocca dell'estate
son le feste programmate
nelle strade,sulle piazze
...Le serate si fan pazze!


(Estate - Romana Rompato)
Calda Estate tutta d'oro,
che cos'hai nel tuo tesoro?
Pesche, fragole, susine,
spighe, e spighe senza fine,
prati verdi e biondi fieni,
lampi, tuoni, arcobaleni,
giorni lunghi, notti belle
colme di lucciole e stelle


(Canzoncina delle vacanze - Marcello Argilli)
Viva l’estate, i fiori, le farfalle,
le ciliegie rosse, le zucche gialle!
Viva la rondine che in cielo vola,
viva la fine della scuola!
Care vacanze, siete arrivate;
al cuore di tutti gioia portate!
Bimbo allegro, la scuola è finita!
Cogli e sfoglia la margherita;
per ogni petalo un amico trovi:
tanti, tanti amici nuovi!


(Filastrocca dell'estate - Giuseppe Bordi)
Filastrocca dell’estate:
in vacanza dove andate?
Dentro il mare che vi bagna
o sulla cima della montagna?
Forse andate giù in paese
o in campagna per un mese?

Tante cose in verità
sono anche qui in città;
c’è un amico, c’è un’amica
c’è la vespa e la formica,
spunta un fiore quando piove
e le zanzare da ogni dove.

Cantano i grilli e le cicale,
i passerotti sul davanzale;
brilla qui la buona stella
se si posa una coccinella.


(Luglio - Marzia Cabano)
Luglio “col bene che ti voglio”,
il mare è come l’olio,
la barca va sull’onda
e l’acqua, là, è profonda,
la sabbia è fine fine,

granelle, granelline,
il sole è già un leone
che graffia l’ombrellone,
il bagnino sta a scrutare
chi nuota in alto mare.

Luglio, ”col bene che ti voglio”,
si pesca da uno scoglio
che fa un po’ male ai piedi…
Prova se non ci credi!


(Vacanza - Silvia Nalon)
Oggi comincia la mia vacanza
nella valigia ho tutta la stanza:
costumi, giochi, ciabatte, occhialini,
maglie pesanti, calzette, scarponi.
Andremo in montagna oppure al mare?
Andremo a scalare o coi pesci a nuotare?
Mi piace conoscere nuovi amici
giocare tanto, correre in bici,
andare in giro, saltare, scoprire,
sono in vacanza, son pronto a partire!


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".