La Marsigliese


Dopo la presa della Bastiglia si diffuse, quasi come un inno dei rivoluzionari, una canzone popolare, la Carmagnola. Veniva cantata dai popolani della città di Parigi che si chiamavano sanculotti, chiamati in questo modo perché non portavano le culottes, calzoni stretti e lunghi fino al ginocchio indossati dai nobili con le calze bianche. Per infastidirli indossavano di proposito pantaloni a strisce dei carcerati, dai quali sarebbe derivata la bandiera tricolore francese.
La canzone più famosa di Francia divenne la Marsigliese che tutt'ora oggi è l'inno nazionale della Repubblica. Essa venne composta nella notte tra il 24 e il 25 giugno 1792 a Strasburgo da Claude-Joseph Rouget de Lisle e intitolata “Canto di guerra per l'armata del Reno”. Era destinata ai soldati che dovevano difendere i confini della Francia contro gli attacchi delle monarchie europee.
Siccome veniva cantata dal battaglione dei volontari di Marsiglia venne ribattezza con il nome “Marsigliese” sicuramente più semplice da ricordare.


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail.


© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2021, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies