Tecniche di Lettura Veloce


Avete appreso a leggere alle elementari cominciando dalle vocali e consonanti, per poi passare da parole, frasi a testi brevi per arrivare a testi via via più lunghi e complessi. Sapete quindi cosa vuol dire leggere; sapete che, quando un testo è complicato e contiene parole sconosciute è difficile leggerlo, è difficile pronunciare le parole e le frasi in modo comprensibile; vi è capitato forse anche, quando siete distratti durante la lettura, di rendervi conto di aver letto solo con la voce e di non aver seguito il senso dello scritto.
Infatti saper leggere comporta due operazioni strettamente collegate fra loro:
  • Una di tipo tecnico, che consiste nel pronunciare con la voce ciò che è scritto, il che significa il codice scritto e tradurlo in codice orale.
  • Una di tipo mentale: un processo che consiste nel comprendere il significato del testo nelle singole parti (parole e frasi) e nel suo complesso.

Le due operazioni non si possono separare: non si legge tecnicamente bene se non si capisce il contenuto e d’altra parte non si capisce il contenuto se non si possiedono con sicurezza le tecniche pratiche di lettura.


Le tecniche di lettura

Tipi di lettura

Il processo di lettura comprende una vasta gamma di tipi difficile da classificare interamente. Fondamentale è comunque la distinzione tra: lettura silenziosa e lettura ad alta voce che hanno obiettivi diversi e richiedono pertanto metodologie diverse.

Le tecniche di lettura ad alta voce

La lettura ad alta voce o espressiva mira principalmente a far comprendere nel modo migliore il testo agli ascoltatori. Riprodurre emozioni e situazioni per coinvolgere la mente, l’animo e la fantasia dell’ascoltatore. Sviluppare la capacità di penetrare nell'intimo significato di quello che si legge.
  • La tecnica della lettura ad alta voce di fonda principalmente su:
  • La decifrazione piena del testo.
  • La comprensione profonda dei contenuti e del lessico.
  • La capacità di ispezione visiva anticipata, cioè la capacità di correre con l’occhio oltre il testo che si sta leggendo, per una decifrazione scorrevole senza interruzioni;
  • Il rispetto del ritmo, della punteggiatura, delle pause, dell’intonazione ecc.
  • L’educazione del ritmo respiratorio secondo le esigenze del testo.
  • L’educazione alla corretta pronuncia, il più possibile priva di inflessioni regionali o dialettali.

La lettura silenziosa è il modo più comune di leggere. Mentre, infatti, la lettura ad alta voce ha finalità sociali, cioè va fatta per gli altri, la lettura silenziosa è un'attività individuale, autonoma, con scopi ben diversi. Occorre quindi per prima cosa avere chiari gli obiettivi per cui si legge: leggere, infatti vuol dire cercare, desiderare qualcosa, scoprire un'intenzione, un modo di pensare ecc. Leggere è quindi un progetto.

Esercitarsi a leggere

Un utile strumento per il controllo della lettura ad alta voce è il registratore a cassette. Ascoltare la propria voce, identificarne gli errori e i difetti abitua infatti a prendere coscienza dei propri limiti e delle proprie carenze.


Argomenti più cercati

Seguici su

     



© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2021, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies