Biografia: Heinrich Boll


Biografia
Nacque a Colonia nel 1917 da una famiglia piccolo borghese cattolica. Fece gli studi superiori e conseguì la maturità nella città natale e subito dopo, nel 1937, cominciò a lavorare come commesso in una libreria di Bonn. Avrebbe voluto laurearsi, ma a causa della guerra fu più volte costretto a interrompere gli studi. Dopo la guerra, a cui aveva partecipato riportando numerose ferite, cominciò a pubblicare i suoi libri con successo e il suo prestigio letterario ebbe rapida affermazione in Germania e all’estero. Fino dagli anni ’50 si impegnò socialmente polemizzando contro tutte le posizioni troppo moderate, soprattutto contro le reviviscenze naziste e reazionarie, simpatizzando con le idee del comunismo sovietico, anche se non si iscrisse mai al partito e si professò sempre cattolico. Le sue prese di posizione gli crearono più volte la fama di agitatore, ma in realtà si batté sempre con franchezza in difesa della libertà degli uomini e delle idee, denunciando i soprusi, da qualunque fronte politico provenissero.
Nel 1972 gli fu assegnato il Premio Nobel. Morì nel 1985.

Le idee e le tematiche
Secondo la critica Boll è la quintessenza della letteratura tedesca del dopoguerra. Nelle sue opere troviamo descritta la realtà, anche negli aspetti più crudi, con stile ricco di meticolosi particolari in cui prevale l’accento sulla luce e sui colori. I suoi personaggi sono, per lo più, degli anticonformisti, talvolta degli asociali e, specialmente nelle prime opere, sono la rappresentazione oggettiva del disorientamento e dell’amarezza della generazione della guerra e dell’immediato dopoguerra. Nelle opere di Boll rimane sempre fondamentale il rifiuto delle convenzioni in nome di alcuni valori, come un cattolicesimo genuino, la solidarietà umana, la ribellione ad ogni forma di militarismo e di razzismo, la denuncia degli opportunismi e della corruzione della nuova società del benessere. Boll si atteggiò spesso anche a cattolico scomodo e anticlericale, ma alla base di molte sue posizioni spregiudicate in campo religioso, c’è il desiderio di un cattolicesimo evangelicamente autentico e di quella fede genuina che traspare nelle anime più semplici.

Opere
Le sue opere più importanti sono:

IL TRENO ERA IN ORARIO (1949): lungo racconto.

LE PECORE NERE (1951): romanzo.

E NON DISSE NEMMENO UNA PAROLA (1953): il suo romanzo più semplice e più sensibile. E’ incentrato su un incontro, forse l’ultimo, di due giovani sposi, nella Germania del dopoguerra. Sono trascorsi due mesi da quando Fred, il marito, ha abbandonato la moglie e i tre figli, non sopportando più il disagio della mancanza di una vera casa; essi abitano, infatti, in una stanzuccia dalle pareti di cartapesta dove si sentono perfino i respiri dei vicini e dove la padrona di casa non fa che umiliarli. Ma i rapporti fra marito e moglie sono ancora teneri ed essi si incontrano, ogni tanto, fuori di casa, quasi clandestinamente. Kate comunque ha deciso che questo sarà il loro ultimo incontro, se lui non se la sente di tornare a casa. Dopo una notte trascorsa in albergo a parlare e a ricordare, in una commovente intimità, i due si separano di nuovo, lei per tornare a casa dai bambini, lui per il suo lavoro. Un rapido episodio finale dà una svolta a questa conclusione, quasi un’illuminazione che fa prevedere il ricongiungimento della famigliola.
Il romanzo si svolge in tredici capitoli, narrati in prima persona alternativamente (un capitolo per ciascuno) da Fred e da Kate. L’artificio è assai ingegnoso per mettere a nudo i sentimenti dell’uno e dell’altra con maggiore autenticità e immediatezza.

LEZIONI FRANCOFORTESI (1966): raccolta di saggi.

FOTO DI GRUPPO CON SIGNORA (1971): romanzo, considerato dalla critica il capolavoro di Boll.

DONNE CON PAESAGGIO FLUVIALE (1985): romanzo in dialoghi e monologhi, pubblicato poco prima di morire.


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail.


© Scuolissima.com - appunti di scuola online! © 2021, diritti riservati di Andrea Sapuppo
P. IVA 05219230876

Policy Privacy - Cambia Impostazioni Cookies