Heinrich Boll: E non disse nemmeno una parola



Riassunto:
Kate e Fred hanno trascorso la loro serata divertendosi e scherzando, felici di essere insieme. Hanno mangiato un economico piatto di gulash, hanno gironzolato fra i baracconi della fiera, hanno fatto piccole puntate roulette vincendo pochi spiccioli. Ora sono nell’alberguccio dove trascorreranno la notte, una notte di dolce intimità non tanto dei loro corpi quanto delle loro anime.
Boll è sensibilissimo nel farci capire che è soprattutto il bisogno di parlare insieme e di ritrovare una dolce consuetudine di pensieri, di sentimenti, di ricordi che costituisce il magico legame fra due persone che si vogliono profondamente bene.

Commento:
Questa è la descrizione di una parte del colloquio tra Kate e Fred nell’angusta camera di albergo dove trascorrono la loro notte insieme, ma è già un saggio di autentica poesia della semplicità e dell’intimità. <<sarò grato a chiunque mi vorrà far conoscere un dialogo fra uomo e donna, tra marito e moglie, scritto negli ultimi vent’anni, che possa competere con questo: che è di una dolcezza, di un’autenticità, di una crudeltà, di una sapienza ritmica e figurativa assolutamente eccezionale, un documento umano realistico come un filmato e, insiem, una ricostruzione di poesia formalmente perfetta>>.