Date prima guerra mondiale


I fatti accaduti nella prima guerra mondiale i ordine cronologico.


24 giugno 1914 L'attentato di Sarajevo.
23 luglio 1914 Ultimatum dell'Austria alla Serbia.
28 luglio 1914 Guerra alla Serbia.
29 luglio 1914 La guerra sul mare: la Grande Squadra inglese salpa per la sua base di guerra.
1 agosto 1914 La Germania dichiara guerra alla Russia.
2 agosto 1914 La neutralità italiana.
3 agosto 1914 Fronte occidentale: la Germania dichiara guerra alla Francia e invade il Belgio.
5 agosto 1914 Il Montenegro dichiara guerra all’Austria-Ungheria.
6 agosto 1914 L’Austria-Ungheria dichiara guerra alla Russia.
8 agosto 1914 Il Montenegro e la Serbia dichiarano guerra alla Germania.
10 agosto 1914 Verso l'intervento della Turchia.
12 agosto 1914 La Francia e la Gran Bretagna dichiarano guerra all’Austria-Ungheria.
17 agosto 1914 Fronte orientale: battaglia di Tannemberg.
20 agosto 1914 Benedetto XV sale al Soglio.
23 agosto 1914 Il Giappone dichiara guerra alla Germania.
25 agosto 1914 Il Giappone dichiara guerra all’Austria-Ungheria.
28 agosto 1914 L’Austria-Ungheria dichiara guerra al Belgio.
5 settembre 1914 Fronte occidentale: la battaglia della Marna.
5 settembre 1914 Il Giappone invade la Cina.
15 ottobre 1914 Il Montenegro dichiara guerra alla Bulgaria.
2 novembre 1914 La Russia e la Serbia dichiarano guerra alla Turchia.
5 novembre 1914 La Francia e la Gran Bretagna dichiarano guerra alla Turchia.
6 novembre 1914 L’Egitto dichiara guerra alla Turchia.
25 dicembre 1914 L'Italia occupa Valona.
22 aprile 1915 Gas  ad Ypres.
25 aprile 1915 Lo sbarco di Gallipoli.
26 aprile 1915 Il patto di Londra.
7 maggio 1915 La guerra sul mare: affondamento del Lusitania.
22 maggio 1915 L'Italia verso l'intervento.
24 maggio 1915 L'Italia dichiara guerra all'Austria.
24 maggio 1915 La denuncia del genocidio degli Armeni.
25 maggio 1915 "L' orrenda carneficina".
3 giugno 1915 San Marino dichiara guerra all’Austria-Ungheria.
23 giugno 1915 Fronte italiano: la prima battaglia dell'Isonzo.
18 luglio 1915 Fronte italiano: seconda battaglia dell'Isonzo.
21 agosto 1915 L'Italia dichiara guerra alla Turchia.
21 settembre 1915 L'intervento della Bulgaria.
5 ottobre 1915 Lo sbarco a Salonicco.
6 ottobre 1915 La sconfitta della Serbia.
14 ottobre 1915 La Bulgaria dichiara guerra alla Serbia.
15 ottobre 1915 La Gran Bretagna dichiara guerra alla Bulgaria.
16 ottobre 1915 La Francia dichiara guerra alla Bulgaria.
19 ottobre 1915 L’Italia e la Russia dichiarano guerra alla Bulgaria.
18 ottobre 1915 Fronte italiano: terza battaglia dell'Isonzo.
19 ottobre 1915 L’Italia e la Russia dichiarano guerra alla Bulgaria.
10 novembre 1915 Fronte italiano: quarta battaglia dell'Isonzo.
21 febbraio 1916 Fronte occidentale: Verdun, la "macchina tritacarne".
9 marzo 1916 La Germania dichiara guerra al Portogallo.
11 marzo 1916 Fronte italiano: quinta battaglia dell'Isonzo.
15 marzo 1916 L’Austra-Ungheria dichiara guerra al Portogallo.
15 maggio 1916 Fronte italiano: la "Strafexpedition".
31 maggio 1916 La guerra sul mare: battaglia dello Jutland.
5 giugno 1916 Fronte orientale: l'offensiva di Brusilov.
5 giugno 1916 La morte di Kitchener, il processo a Russel e le vicende del suo allievo.
1 agosto 1916 Fronte occidentale: la battaglia della Somme.
4 agosto 1916 Fronte italiano: sesta battaglia dell'Isonzo.
9 agosto 1916 Fronte italiano: la conquista di Gorizia.
16 agosto 1916 Fronte italiano: fine della sesta battaglia dell'Isonzo.
27 agosto 1916 L'Italia dichiara guerra alla Germania.
27 agosto 1916 La Romania dichiara guerra all'Austria.
30 agosto 1916 La Turchia dichiara guerra alla Romania.
1 settembre 1916 La Bulgaria dichiara guerra alla Romania.
14 settembre 1916 Fronte italiano: settima battaglia dell'Isonzo.
15 settembre 1916 Fronte occidentale: l' esordio del carro armato.
10 ottobre 1916 Fronte italiano: ottava battaglia dell' Isonzo.
1 novembre 1916 Fronte italiano: nona battaglia dell' Isonzo.
19 novembre 1916 Le proposte di Wilson.
21 novembre 1916 Muore Francesco Giuseppe imperatore d'Austria.
6 dicembre 1916 La sconfitta della Romania.
1 febbraio 1917 La “guerra sottomarina indiscriminata”.
12 marzo 1917 Inizia la rivoluzione russa.
14 marzo 1917 La Cina interrompe le relazioni diplomatiche con la Germania.
6 aprile 1917 Gli Stati Uniti entrano in guerra.
7 aprile 1917 Cuba e Panama dichiarano guerra alla Germania.
9 aprile 1917 Fronte occidentale: l’offensiva di Arras.
11 aprile 1917 Il Brasile interrompe le relazioni diplomatiche con la Germania .
17 aprile 1917 La Bolivia interrompe le relazioni diplomatiche con la Germania.
23 aprile 1917 La Turchia interrompe le relazioni diplomatiche con gli USA.
3 maggio 1917 Fronte occidentale: la crisi dell'esercito francese.
10 maggio 1917 La guerra sul mare: la risposta al sommergibile.
11 maggio 1917 La conquista di Baghdad.
12 maggio 1917 Fronte italiano: decima battaglia dell' Isonzo.
15 maggio 1917 Fronte occidentale: il "miracolo Petain".
7 giugno 1917 Fronte occidentale: la battaglia di Messines.
10 giugno 1917 Fronte italiano: battaglia dell'Ortigara.
15 giugno 1917 Fronte italiano: ammutinamento della brigata Catanzaro.
27 giugno 1917 La Grecia dichiara guerra alla Germania, all’Austria-Ungheria, alla Turchia e alla
Bulgaria.
22 luglio 1917 Il Siam dichiara guerra alla Germania e all’Austria-Ungheria.
31 luglio 1917 Fronte occidentale: la terza battaglia di Ypres e il fango di Passchendaele.
4 agosto 1917 La Liberia dichiara guerra alla Germania.
9 agosto 1917 L'appello di Benedetto XV.
18 agosto 1917 Fronte italiano: undicesima battaglia dell' Isonzo.
21 settembre 1917 Il Costa Rica interrompe le relazioni diplomatiche con la Germania.
29 settembre 1917 Fronte italiano: la guerra di mine sul Pasubio.
6 ottobre 1917 Il Perù interrompe le relazioni diplomatiche con la Germania.
7 ottobre 1917 L’Uruguay interrompe le relazioni diplomatiche con la Germania.
24 ottobre 1917 Fronte italiano: Caporetto.
27 ottobre 1917 Fronte italiano: la ritirata al Tagliamento.
2 novembre 1917 Fronte italiano: la ritirata al Piave.
6 novembre 1917 Convegno interalleato di Rapallo.
8 novembre 1917 Fronte italiano: la destituzione di Cadorna.
20 novembre 1917 Fronte occidentale: la vittoria dei carri armati a Cambrai.
4 dicembre 1917 Fronte italiano: primi successi difensivi lungo il Piave e sul Grappa.
6 dicembre 1917 La Finlandia si proclama indipendente.
7 dicembre 1917 Gli USA dichiarano guerra all’Austria-Ungheria
8 dicembre 1917 L’Ecuador interrompe le relazioni diplomatiche con .la Germania.
10 dicembre 1917 Panamá dichiara guerra all’Austria-Ungheria.
10 dicembre 1917 La guerra sul mare: l'epopea dei MAS.
15 dicembre 1917 Fronte orientale: la Russia esce di scena.
8 gennaio 1918 I 14 punti di Wilson.
12 gennaio 1918 La Lettonia si proclama indipendente.
16 febbraio 1918 La Lituania si proclama indipendente.
24 febbraio 1918 L’Estonia si proclama indipendente21 marzo 1918 Fronte occidentale: l'ultima grande occasione della Germania.
26 marzo 1918 Il comando unico interalleato.
23 aprile 1918 Il Guatemala dichiara guerra alla Germania.
8 maggio 1918 Il Nicaragua dichiara guerra alla Germania e all’Austria-Ungheria.
23 maggio 1918 Il Costa Rica dichiara guerra alla Germania.
26 maggio 1918 Fronte italiano: successi italiani sull' Adamello.
27 maggio 1918 Fronte occidentale: l'offensiva "Blucher".
15 giugno 1918 Fronte italiano: battaglia del solstizio.
21 giugno 1918 Fronte italiano: ...e il Piave mormorò...
12 luglio 1918 Haiti dichiara guerra alla Germania.
15 luglio 1918 Fronte occidentale: il riflusso tedesco.
19 luglio L’Honduras dichiara guerra alla Germania.
8 agosto 1918 Fronte occidentale: “la giornata nera dell'esercito tedesco”.
5 settembre 1918 La capitolazione della Bulgaria.
26 settembre 1918 La crisi del comando tedesco.
24 ottobre 1918 Fronte italiano: attacco italiano sul Grappa.
29 ottobre 1918 Fronte italiano: battaglia di Vittorio Veneto.
29 ottobre 1918 Il crollo dell'Austria.
30 ottobre 1918 La capitolazione della Turchia.
3 novembre 1918 L'armistizio di villa Giusti.
4 novembre 1918 La vittoria dell'Italia.
9 novembre 1918 Iniziano le trattative per l'armistizio a ovest.
11 novembre 1918 La fine dell’ “orribile strage”.


Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".