Quali sono i 10 Comandamenti


Testo:

Io sono il Signore Dio Tuo:

1) Non avrai altro Dio fuori di me
2) Non nominare il nome di Dio invano
3) Ricordati di santificare le feste
4) Onora il padre e la madre
5) Non uccidere
6) Non rubare
7) Non dire falsa testimonianza
8) Non commettere atti impuri
9) Non desiderare la donna d'altri
10) Non desiderare la roba d'altri

LEGGI ANCHE: Spiegazione dei 10 comandamenti

Al catechismo ci insegnano la versione ridotta dei comandamenti, quelli reali sono quelli che dio ha dato a Mosé e si possono trovare nella Bibbia in Esodo 20:1-17 e sono:

Testo completo:

Io sono il SIGNORE, il tuo Dio, che ti ho fatto uscire dal paese d'Egitto, dalla casa di schiavitù.
1) Non avere altri dèi oltre a me.
2) Non farti scultura, né immagine alcuna delle cose che sono lassù nel cielo o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra. Non ti prostrare davanti a loro e non li servire, perché io, il SIGNORE, il tuo Dio, sono un Dio geloso; punisco l'iniquità dei padri sui figli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano, e uso bontà, fino alla millesima generazione, verso quelli che mi amano e osservano i miei comandamenti.
3) Non pronunciare il nome del SIGNORE, Dio tuo, invano; perché il SIGNORE non riterrà innocente chi pronuncia il suo nome invano.
4) Ricòrdati del giorno del riposo per santificarlo. Lavora sei giorni e fa' tutto il tuo lavoro, ma il settimo è giorno di riposo, consacrato al SIGNORE Dio tuo; non fare in esso nessun lavoro ordinario, né tu, né tuo figlio, né tua figlia, né il tuo servo, né la tua serva, né il tuo bestiame, né lo straniero che abita nella tua città; poiché in sei giorni il SIGNORE fece i cieli, la terra, il mare e tutto ciò che è in essi, e si riposò il settimo giorno; perciò il SIGNORE ha benedetto il giorno del riposo e lo ha santificato.
5) Onora tuo padre e tua madre, affinché i tuoi giorni siano prolungati sulla terra che il SIGNORE, il tuo Dio, ti dà.
6) Non uccidere.
7) Non commettere adulterio.
8) Non rubare.
9) Non attestare il falso contro il tuo prossimo.
10) Non concupire la casa del tuo prossimo; non desiderare la moglie del tuo prossimo, né il suo servo, né la sua serva, né il suo bue, né il suo asino, né cosa alcuna del tuo prossimo».

Come potete notare è scomparso lo scomodo secondo comandamento, mentre il decimo comandamento è stato sdoppiato in due comandamenti per compensare il vuoto e far tornare i conti.

Perché è stato tolto il secondo comandamento?
La realtà dei fatti, è che se la chiesa cattolica non avesse tolto il secondo comandamento, non avrebbe potuto più riempire le chiese e i santuari di statue ed immagini della "madonna" e dei cosiddetti santi, insegnando i fedeli a venerarle, il che è idolatria (Dio condanna sia l'adorazione - "non li servire" - che la venerazione - "non ti prostrerai davanti a loro" - di vivi, morti, oggetti e immagini. La Scrittura dice: "A Lui solo rendi il tuo culto").
Come avrebbero potuto giustificare una tale trasgressione del secondo comandamento? Così, "hanno tolto la legge, e il reato non c'è più".
In Deuteronomio 4:2, Dio avverte: "Non aggiungerete nulla a ciò che io vi comando e non ne toglierete nulla; ma osserverete i comandi del Signore Dio vostro che io vi prescrivo".
Come potete constatare, le differenze tra la Sacra Bibbia e il Catechismo della Chiesa Cattolica sono di vitale importanza. Le manomissioni degli insegnamenti delle Sacre Scritture (Sacra Bibbia) sono inammissibili per Dio.

Cosa sono e a cosa servono:
I comandamenti non sono consigli ma sono ordini che Dio ha dato agli uomini per difendersi dal Demonio. Sono le sole leggi perfette che funzionano contro il male, infatti quando l'uomo dimentica i comandamenti dietro suggerimenti del Demonio, l'uomo stesso diventa espressione del Demonio e compie il male cioè diventa esecutore materiale del Demonio a sua stessa insaputa. Dio ha dato quelle 10 leggi perchè solo lì il Demonio non può entrare.
Per essere più chiaro faccio un esempio: quando l'uomo desidera la casa di altri esprime invidia e l'invidia è una parte che forma il Demonio. La stessa cosa accade quando c'è il tradimento perchè il tradimento è cosa che appartiene al Demonio quindi non è l'uomo che tradisce, ma è il Demonio che si serve dell'uomo per potersi esprimere. Fin dalla sua nascita il Demonio ha sempre usato un inganno per usare l'uomo cioè gli ha fatto credere che le cose di cui lui è fatto siano cose di appartenenza dell'uomo in modo che l'uomo abbia l'illusione di esprimere se stesso e non sappia di essere invece il mezzo usato dal Demonio. Il Demonio è abilissimo (è la parte cattiva di Dio) e solo la persona a cui è stato rivelato lo può scorgere per gli altri nemmeno esiste.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".