Traduttore latino italiano di frasi gratis online


Traduttore latino italiano di frasi gratis online

Quando si frequentano scuole come i licei, cioè scientifico, linguistico e ovviamente classico si studia il latino. Con la riforma Gelmini, al linguistico si studia il latino solo al biennio (primi due anni) per due ore a settimana. Per qualcuno è una materia morta per altri invece è puro divertimento tradurre e non credono sia giusto criticare una materia solo per il semplice motivo che si prendono cattivi voti.

Esistono diversi siti per tradurre una frase dal latino all'italiano:

1) Google Traduttore (il più usato, ma spesso presenta errori).

2) Softonic (si deve scaricare)

3) Intertran (più un vocabolario che un traduttore)

4) Latin.it (Miglior sito che contiene quasi tutte le versioni di latino)

5) Studentville: tantissime versioni dai libri di testo.

6) Dizionario latino: affidabile dizionario latino italiano online.

Odiare il latino, imparare ad apprezzarlo e... (Anonimo)

Io il latino ho imparato ad amarlo all'università. Alle medie lo odiavo per via della professoressa, che lo usava come arma per ridicolizzare l'impreparazione di noi alunni. All'università ci ho messo due anni per capirlo, ma ne è valsa la pena. Tanto mi piace, che, scrivendo in latino, posso corrispondere via email con studenti e professori di tutto il mondo, conoscere usi e costumi di popoli distanti che abitano in posti dove forse non andrò mai di persona. A dispetto di chi dice che sia una lingua morta! Tra gli altri, ho scritto anche alla principessa del Giappone, Masako, latinista doc. Certo il latino che si fa a scuola alla lunga può annoiare, ma è un esercizo necessario per imparare una lingua parlata dalla civiltà occidentale fino a qualche secolo fa, e quindi uno straordinario strumento di indagine di una cultura
millenaria. Vi confesso che una delle mie gioie più grandi è aprire un libro antico sepolto in qualche biblioteca e mai tradotto in lingua moderna e, attraverso il latino, avere la possibilità unica di penetrare nelle sue trame segrete.

Come si fa la traduzione dal latino all'italiano?

Beh il mio consiglio è di partire dal verbo principale, controllare se sono presenti subordinate che si ricollegano al verbo principale e dopo aver analizzato i verbi guardare prima al soggetto e poi al complemento direttamente legato al verbo (sogg e compl con i vari attributi, participi ecc). Vi faccio un esempio:

1) Rosa Pulchra est:
Qui è chiarissimo che "est" si presenta come il verbo reggente, "Rosa" come il soggetto e "pulchra" come l'attributo del soggetto, da qui a tradurre "la rosa è bella" potrebbe passarci al massimo un'occhiata al dizionario

Chiaramente altro punto fondamentale è conoscere a menadito la grammatica studiato, i verbi, le declinazioni, strutture, sintassi dei casi ecc ecc

2)Die Dicta legati reverterunt:
il verbo reggente è chiaramente "reverterunt", che regge il soggetto "legati" (lo si capisce bene dal fatto che legati è plurale così come il verbo). "Die" è un sostantivo in caso ablativo di 5 declinazione, che significa "giorno" e che può rappresentare diversi complementi, che chiaramente vanno saputo grazie alla grammatica, in questo caso si lega al participio perfetto "dicta" ed esprime un complemento di tempo: "nel giorno fissato (die dicta) gli ambasciatori (legati) tornarono (reverterunt)

3)Cum Hannibal Capuam, in qua Romanus exercitus erat, obsideret, Paeligne cohortis preafectus, vexillum trans vallum proiecit. [Valerio Massimo]
Questa frase è più complessa delle precedenti, allora cerchiamo di individuare il verbo principale che dev'essere all'indicativo, ne abbiamo due "erat" e "proiecit": il verbo "erat" però fa chiaramente parte (in qua [qua è pronome relativo "nella quale"]) di una relativa, dunque il verbo principale è "proiecit" (lanciò). Chi è il soggetto di proiecit? Abbiamo tre elementi in nominativo: Hannibal, exercitua e Preafectus, quale dei 3 è il soggetto della principale, beh, non è molto difficile da capire, Hannibal è il soggetto della preposizione introdotta dal "cum" e conclusa da "obsideret" (cum + congiuntivo, una struttura che se non hai ancora studiato, studierai), "exercitus" è ancora il soggetto della relativa, dunque rimane "preafectus" che ha assegnati un genitivo attributato "cohortis prealigne" dunque lo possiamo tradurre "il prefetto della corte Preligna". Analizziamo dunque la principale: il prefetto della corte preligna lanciò (proiecit) cosa? "vexillum" il vessillo dove? trans Punicum vallum (trans + accusativo= oltre) oltre il muro Punico.
Cum + congiuntivo lo traduciamo o con una causale o con una temporale, in questo caso stanno bene tutte due: Poiché/quando Annibale (Hannibal soggetto della subordinata con "cum") obsideret, cioè "assediava", verbo della subordinata, "Capuam" (Capua), complemento oggetto della sub. "In qua" (nella quale, introduzione della relativa) "erat" (c'era, verbo della relativa) "exercitus romanus" (soggetto della relativa).
ora che abbiamo analizzato tutta la frase e i rispettivi significati (da cercare sul dizionario) andiamo alla traduzione definitiva:
"Quando Annibale assediava Capua, nella quale c'era l'esercito Romano, il prefetto della corte Preligna lanciò il vessillo oltre il muro punico."

Dunque per sintetizzare il tutto, per tradurre serve:
  1. il dizionario (ovvio xD)
  2. conoscenza della grammatica
  3. cercare il verbo reggente ed eventuali verbi subordinati
  4. cercare i soggetti
  5. analizzare i complementi e le costruzioni che si ritrovano nella frase
  6. tradurre.
Avendo fatto questa domanda suppongo che tu ancora sia ai primi stadi di traduzione, dove le frasi si limitano ad essere tipo "in villam matrona erat cum ancillis" = nella villa (in+acc) c'era (erat) la matrona (matrona (sogg)) con le ancelle (cum + ablativo). Però è bene inziare fin da subito ad analizzare il periodo nella giusta maniera, cosicchè quando si complicheranno tu avrai già il giusto andazzo.


Altre frasi già tradotte dal latino all'italiano.

1. In pulchra atque magna villa puellarum causas domina audiet et veniam audaciae cum clementia dabit.
In una bella e grande villa la padrona ascolterà le ragioni delle ancelle e darà venia all'audacia con clemenza

2. Marcella superbia sua ab amicis reliquetur
Marcella per la sua superbia sarà abbandonata dagli amici

3. Multar capellae et agnae luparum aquilarumque praeda erunt
Molte capre e agnelli saranno prede dei lupi e aquile

4. Nec divitis movebimur neque tyrannomur verbis vincemur
Non saremo mossi dalle ricchezze nè vinti dalle parole dei tiranni

5. Silvarum umbrae agricolarum somnum tenebunt
Le ombre dei boschi conserveranno il sonno dei contadini

2 commenti:

  1. cesare ha richiamato la decima legione per la battaglia

    RispondiElimina
  2. servatori corporali mirifico reserato ob messes assidum imbribus pene deperditam divini instinctu triduanis supplicationibus antonio ripanti episcopo aquosis illico inundationibus fugatis cibus penuriae defensam servatam philippus de soli confalonerius petrus vitto et philosofus xpti

    RispondiElimina

Se trovate imperfezioni o volete aggiungere qualcosa all'articolo lasciate un commento.
Per commentare, dovete usare un account Google / Gmail.