Mettere la password a un file RAR (Winrar)
     


Mettere la password a un file RAR (Winrar)


Chiunque possiede file e cartelle sul computer, su un pendrive o su un CD, che contengono informazioni sensibili come foto, password, codici di vario tipo, nominativi, progetti segreti come la scrittura di un romanzo o preparativi per una festa a sorpresa. Quando il computer o i dispositivi portabili sono condivisi o facilmente a portata di mano di altri utenti come familiari, amici e colleghi e non si vuole che vedano o scoprono nulla di tutto ciò, può rivelarsi utile l'utilizzo di una password di accesso. Quando non volete che qualcuno entri nel bagno già occupato da voi, immagino che vi chiudete la porta a chiave, e lo stesso si può fare anche con i documenti che volete mantenere nascosti.

Il programma necessario per proseguire con questa guida si chiama Winrar, nel caso non l'abbiate già installato, seguite la guida per scaricare Winrar gratuitamente e poi ritornate nuovamente qui.




Tutorial

Per creare un archivio protetto da password con Winrar occorre eseguire i seguenti passaggi:

1) Selezionare con il mouse uno o più file che si vuole proteggere, usare il pulsante destro del mouse sui file evidenziati e poi selezionare la voce Aggiungi ad un archivio... dal menù che compare.

2) Nella finestra che appare dovrete cliccare sul pulsante Imposta Parola chiave...

3) Nella scheda successiva dovrete inserire per due volte la password, la seconda serve per la verifica. Però selezionando la voce Visualizza la parola chiave in chiaro basterà inserirla una sola volta, poiché verrà mostrata e quindi con la possibilità di vedere la presenza di uno sbaglio.

4) Selezioniamo anche la casella Cifra anche le informazione sui file per avere un pizzico di sicurezza in più.

4) Chiudete le schede premendo il pulsante Ok. Verrà avviata la compressione dei file e per aprire il nuovo archivio occorrerà la password che conoscete solo voi.

5) Se tutto è filato liscio, non vi resterà altro da fare che cancellare i file con dati sensibili non protetti da password.



Inserire password a un archivio RAR esistente

Nel caso in cui l'archivio fosse già presente sul pc, avete due possibilità: copiare tutto ciò che è presente al suo interno sul desktop e seguire tutti i passaggi riportati nel tutorial descritto sopra, oppure modificare l'archivio. La seconda opzione è più sbrigativa e andremo a spiegarla qui di seguito.

1) Dovrete anzitutto aprire il file RAR che non è ancora protetto da password.

2) Andate nella sezione del menù chiamata Utilità, poi selezionate la voce Converti archivi.

3) Cliccate sul pulsante Compressione. Poi sul pulsante Imposta Parola chiave... .

4) Inserite per due volte la password.

5) Mettete il segno di spunta su Cifra anche le informazione sui file.

6) Infine cliccate su Ok fino a chiudere tutte le finestre aperte.

7) Chiudete il file RAR e riapritelo. Questa volta vi chiederà la password che avete appena immesso.



Quanto è sicura la password di Winrar?

Sul web ho trovato parere contrastanti circa l'uso di Winrar per impostare una password di protezione, possiamo fidarci?
  • C'è chi dice che non è un sistema sicuro, infatti esistono numerosi programmi che dicono di poter trovare la password di un file RAR.
  • C'è anche chi dice che è quasi impossibile da craccare, soprattutto se la password è lunga e alfanumerica (lettere dell'alfabeto + numeri).

Io sono maggiormente d'accordo con la seconda teoria, quindi impostando una password di almeno 8 caratteri, di cui almeno una lettera maiuscola e che contiene almeno due numeri, un comune programma non dovrebbe essere in grado di scovare la password. Questo perché più la password è lunga e complicata e più tempo ci vorrà. Ciononostante non posso escludere che un hacker (non un semplice esperto di informatico) possa riuscire a individuarla ugualmente.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".