I lupini dei Malavoglia: legumi o molluschi?


La storia dei Malavoglia la conosciamo un po' tutti: parla di una famiglia di pescatori che investono un piccolo capitale per acquistare un carico di lupini (peraltro avariati) da un suo compaesano chiamato Zio Crocifisso che poi avrebbero rivenduto per fare affari e diventare così commercianti. Padron 'Ntoni affida l'incarico al figlio Bastianazzo perché vada a venderli a Riposto, ma durante il viaggio la barca (la Provvidenza) subisce un naufragio e così il carico di lupini si perde in mare e Bastianazzo, che era fino a quel momento la principale fonte di sostentamento della famiglia, muore.
Il debito dei lupini deve ancora essere saldato e inoltre ci sono anche le spese della Provvidenza che deve essere riparata perché si tratta del principale mezzo di sostentamento utilizzato per la pesca.
Queste disgrazie porteranno la famiglia nel disonore e nella miseria: per pagare il carico di lupini invenduti devono cedere la casa di famiglia (la casa del Nespolo) che solo verso la fine del romanzo riusciranno a ricomprare.

La curiosità principale che riguarda il primo capitolo, tra l'altro anche fonte di dibattito, è la natura dei lupini che Verga immagina trasportati sulla Provvidenza. Esistono, infatti, due tipologie di "lupini": legumi e molluschi. Chi legge il romanzo è convinto che siano legumi ignorando dell'esistenza dei molluschi o viceversa, ma solo quando gli viene fatto notare che nel romanzo non è specificato nel dettaglio di che tipo di alimento si tratta, si rendono conto di trovarsi davanti a un bel dilemma.





Prima teoria: I lupini sono molluschi

Se i lupini fossero dei molluschi sarebbero delle vongole comuni (Chamelea gallina), ovvero un mollusco bivalve marino commestibile che si trova nel Mar Mediterraneo, Mar Caspio e Atlantico orientale.

Il collegamento fra lupini e molluschi è il più ovvio per chi non conosce i lupini-legumi, perché se i Malavoglia possiedono una barca è più facile pensare che la usano per il trasporto di prodotti attinenti alla pesca e poi perché ci troviamo in un'ambientazione di mare.

Gli aggettivi "avariati" e "fradici" usati per descrivere i lupini di Zio Crocifisso, in questo caso, starebbero per "passati" e che quindi stessero iniziando a puzzare.

I lupini di mare vivono prevalentemente nei fondi sabbiosi, in cui si nascondono per sfuggire ai predatori.



Seconda teoria: I lupini sono legumi

Se i lupini, invece, fossero dei legumi, sarebbero dei semi della leguminosa Lupinus Alba, diffusi e consumati nel catanese.

È vero che sono una famiglia di pescatori, ma è altrettanto vero che nel romanzo si insiste molto sul fatto che per l'affare dei lupini i Malavoglia si fanno solo trasportatori, e li comprano a credenza da zio Crocifisso che sa già che sono "avariati"; questo ci fa pensare che li abbia in magazzino e che per l'umidità siano diventati mollicci. Quindi sembrerebbe che siano legumi sotto sale.

Anche perché non avrebbe poi così senso che una famiglia di pescatori vada a comprare dei "prodotti del mare" da altri e a maggior ragione quando questi non sono in un buono stato. Bisogna considerare anche che le vongole hanno una durata minore rispetto ai legumi, sarebbero resistiti a un ulteriore viaggio?



Il risultato? 

Una meravigliosa lezione sul fatto che la letteratura è il regno dell'indeterminato, delle sfumature, delle interpretazioni. Ci insegna anche l'importanza del contestualizzare e storicizzare. Alla fin fine sembra che la spuntano i legumi, ossia che i lupini siano quei legumi giallastri. Non se ne ha l'assoluta certezza perché quella avrebbe potuta darcela solo Verga,. ma da come il romanzo ci presenta la scena sembra più un "lavoro extra" che non avevano mai fatto prima.

Possiamo immaginare che essendo pescatori avranno avuto modo di trasportare in passato dei molluschi, ma dei legumi? Sembra più un'occasione del momento, una scommessa azzardata di Padron 'Ntoni che aveva previsto che con la partenza di 'Ntoni per la leva sarebbe venuto a mancare alla famiglia il suo contributo economico e che quindi bisognava fare qualcosa.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".