Riassunto: il Giappone




Composto da un arcipelago, dove si distinguono 4 isole principali e una miriade di isolette che dividono il mare cinese orientale dal pacifico.
L’arcipelago giapponese è composto da ben 3000 isole, tutte di recente formazione.
In Giappone ci sono molti vulcani attivi, ben 50, formano la cintura di fuoco, dove ci sono frequenti e violente scosse di terremoto.
Il più grande, il Fujiyama, (3776m) è anche il simbolo del Giappone, ed è raffigurato anche nella bandiera di questo stato.
I fiumi del Giappone hanno un corso breve e tumultuoso, e sono sfruttati per produrre energia elettrica.
La montuosità del Giappone limita notevolmente il suolo disponibile per l’insediamento umano, perciò la popolazione si addensa nelle città e sulle coste, come in America, vi sono le megalopoli.
La lingua nazionale è il Giapponese, ma si è adottato anche l’inglese, perché è più semplice e internazionale.
Le religioni più diffuse sono il Buddismo e Shintoismo, anche il Confucianesimo è diffuso, ma in minoranza.
Il Giappone ha una monarchia costituzionale, retta dall’imperatore, chiamato Tenno che, a differenza di oggi, fino al 1946 era considerato un Semi-Dio.
Il parlamento, detto Dieta, è composto da due camere elette a suffragio diretto (con votazione del popolo).
Essendo insufficienti di materie prime, il Giappone è costretto a importare dall’estero tutto, quindi i porti sono i punti nevralgici della sua economia e del suo sistema operativo, questo però la rende la 2° potenza mondiale dopo gli Stati Uniti.
Sviluppate su larga scala sono l’industria siderurgica, chimica, petrolchimica, automobilistica, meccanica, ottica, tessile, alimentare, elettronica e tecnologica.
Il Giappone, per reggere il ritmo produttivo ha organizzato un attivissimo commercio estero fortemente concorrenziale.
Il Giappone è una potenza finanziaria: le prime grandi aziende finanziarie mondiali di credito furono quelle giapponesi.
Il costume ufficiale giapponese è il chimono.
In Giappone si pratica la raccolta delle perle, si coltiva il te, si pratica la bachicoltura per ricavarne la seta, si coltiva il riso, che occupa una parte considerevole della dieta dei giapponesi, è usato per fare anche il sakè, il liquore ufficiale.
Il segreto del successo giapponese è legato soprattutto all’altissima scolarizzazione che causa una mano d’opera specializzatissima.
L’industria navale giapponese ha una produzione pari al 50% di quella mondiale.
È praticata anche la pesca, si pescano tonni, merluzzi, sardine, aringhe, salmoni, crostacei in genere e molluschi.

Molti macchinari sono prodotti in Giappone e assemblati in America con marche americane.
I marchi di fabbrica giapponesi noti anche in Europa sono:
- Honda, Mitzubishi e Yamaha nel campo dell’industria automobilistica;
- Nikon, Toshiba, Mimolta, Canon, Sanyo, Lhisheido, Sony e Samsung per quanto riguarda il campo dell’high teck e della fotografia.


GUARDA ANCHE: Riassunto completo Giappone



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".