Riassunto: la Cina


A partire dalle coste oceaniche del pacifico, il paese si incunea nel cuore dell’Asia, fra l’unione Sovietica e la Mongolia e fra la penisola indiana e quella indocinese a sud.



Due grandi zone la caratterizzano:

1) La Cina occidentale, molto arida e poco popolata, è caratterizzata da steppe, deserti e altopiani. Vi si trova il freddo deserto del Gobi, privo di acqua: questi territori infatti, lontanissimi dal mare, fanno si che le masse d’aria cariche d’acqua perdono tutta la loro umidità prima di raggiungere queste terre. Nella cina orientale è molto attivo l’allevamento, si allevano cammelli, pecore, cavalli e yak, animali tipici della zona simili ai dromedari.
Il territorio è ricco di minerali, quali il carbonio, l’antimonio e il tungsteno, usato per produrre la resistenza delle lampadine.

2) La Cina orientale, è la cina “vera e propria” in cui dominano colline e pianure attraversate dai grandi fiumi, è densamente popolata.
È caratterizzata dal tipico clima cinese: umido e caldo. I prodotti principali sono il riso, che compone quasi completamente la dieta cinese, il gelso (usato per il baco da seta, nella bachicoltura), cotone, te, canna da zucchero, canapa, lino, tabacco.
Al centro, con un clima più temperato, si coltivano frumento, mais, patate, soia, arachidi; si allevano anche i suini, il pollame e i pesci.

La grande muraglia cinese venne costruita nel 221 a.C., era la prima frontiera contro gli invasori che separava la Cina agricola che da quella pastorale nomade, una linea di demarcazione fra 2 culture diverse.
Alta dai 5 ai 10 metri e larga 8 è l’unico manufatto umano visibile anche dalla Luna.
Molto sviluppate sono le vie aeree, i porti marittimi e la navigazione fluviale.
Per quanto riguarda la rete ferroviaria è insufficiente, così pure la rete stradale poiché solo pochi tratti di essa sono asfaltati.
Le invenzioni cinesi più importanti sono la polvere da sparo, la carta (quando in Europa si usava ancora la pergamena) la stampa e la bussola magnetica.


Storia della Cina

Quando Marco Polo (1275) si stabilì alla corte dell’imperatore Mao Tze-Tung l’impero millenario era definitivamente caduto, anche se era caduto fin dal 1911.
Attualmente si identifica come Repubblica Popolare Cinese, con capitale Pechino (1949) (prima era Nanchino)
Utilizza una scrittura ideografica, la religione ufficiale imposta dal partito comunista è l’ateismo. Le altre religioni presenti nel territorio sono: il Buddismo, il Taoesimo, il Cattolicesimo, Lamaismo e i mussulmani.
Nelle scuole si insegna il pensiero di Mao, contenute in un libretto rosso.
Altre città importanti oltre a Pechino sono: Shanghai (dove ci sono i maggiori porti del mondo), Nantino (prima capitale), Tientsin, Cantan, Hong Kong (è stato un possedimento britannico fino al 1996 a causa della guerra dell’Oppio.


GUARDA ANCHE: Riassunto completo Cina



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".