Si dice Arancino o Arancina? Arancini o Arancine?


Una delle specialità della cucina italiana è l'arancino, chiamato anche arancina. Si tratta di una palla o di un cono di riso impanato e fritto, farcito generalmente con ragù di carne (o al burro, o agli spinaci), piselli e caciocavallo, oppure dadini di prosciutto cotto e mozzarella.

Per molto tempo, la storia culinaria siciliana si è divisa tra "arancino", spesso detto nella parte orientale della Sicilia, e "arancina" in quella occidentale. Per colpa di una semplice vocale si sono sciolte delle storiche amicizie. Non scherzateci su, la questione è seria. Specie se siete catanesi o palermitani, dal momento che nelle altre città non vi è una linea dominante. In questa pagina andremo a risolvere questa eterna diatriba affidandoci allo studio fatto dall'Accademia della Crusca che ha saputo dare per entrambi una definizione, un'etimologia e una risposta definitiva ben argomentata.


Il nome di questo prodotto tipico siciliano è strettamente collegato all'arancia (il frutto in italiano) e all'aranciu (il frutto in siciliano) che diventa "arancio" nell'italiano regionale.

- Il femminile arancina è il vezzeggiativo del termine arancia, il frutto, e deve questo nome per la sua forma rotonda. In questo caso il plurale è arancine. È molto diffuso a Palermo.
Il femminile è percepito come più corretto – almeno nell'impiego formale – perché dalla seconda metà del Novecento, viene usato il femminile per i nomi dei frutti e il maschile per quelli degli alberi.

- Il maschile arancino è il diminutivo italianizzato del termine aranciu, che nel dialetto siciliano diventa arancinu. In questo caso il plurale è arancini. È molto diffuso a Catania, dove si è soliti dargli sia una forma rotonda sia una forma a cono (forma che potrebbe essere ispirata dalla figura dell’Etna). Anche se la forma femminile ha una prevalenza nell'uso scritto, quella maschile ha una maggiore diffusione nelle varietà regionali di gran parte della penisola.


L'Accademia della Crusca ha deciso che alla fine sia corretto usare entrambe le forme, ma bisogna anche ammettere che tutti i dizionari riportano la forma maschile (e non quella femminile), arancino. Tuttavia, se volete mangiarne uno a Palermo, guardatevi bene dal "chiedere un arancino": vi guarderebbero malissimo, o fingerebbero di non capirvi.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".