Mappa concettuale: Verga - Poetica



Giovanni Verga (1840-1922) pensa che il verismo autentico si attua solo nella forma con osservazione lucida del vero. Per lui la scientifica deve essere impersonale, reale e visibile. L'autore deve scomparire come i suo pensiero in modo che gli eventi si facciano da sé.
Per questo regredisce a livello dei personaggi operando la regressione (parla con la voce), che comporta lo straniamento, ovvero un punto di vista capovolto rispetto al pensiero normale.




Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".