Mappa concettuale: Estetismo



L'estetismo è un movimento letterario e filosofico sorto nel 1850 come uno degli orientamenti del decadentismo. Esso privilegia la bellezza formale come elemento determinante per l'arte. Afferma che l'arte ha una vita indipendente dal reale, quindi critica il realismo, è la vita ad imitare l'arte, è compito dell'uomo superiore fare la propria vita come un'opera d'arte al di fuori di ogni morale. 

Ha come ideali solo arte e piacere disdegnando la vita comune e iil materialismo erige l'esteta a "Superuomo". Ha come esponenti l'italiano Gabriele D'Annunzio e l'inglese Oscar Wilde. D'Annunzio che nel suo romanzo Il piacere descrive una vita spesa alla ricerca del piacere, che risultà però una sconfitta perché tutto ciò non durerà. Wilde che nel suo romanzo Il ritratto di Dorian Gray vizi e virtù sono materiali di un'arte, quindi tutti leciti anche se immorali.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".