Mappa concettuale: Edvard Munch



Il norvegese Edvard Munch (1863-1944) è uno dei primi e principali esponenti della pittura espressionista.

È determinante per l'arte futura di Austria e Germania, tratta tutti i temi del suo tempo (crisi dei valori etici e religiosi): futuro incerto, società borghese disumana, solitudine umana, morte incombente, angoscia esistenziale.

Ha una vita condizionata dalla malattia e dalla morte della sorella e della madre che creano in lui un pensiero molto negativo, senza speranze, con inquietudine interiore e frequenti crisi depressive.

Nel 1892 le sue opere sono definite un insulto all'arte, il regime di Hitler elimina le sue opere dai musei.

Munch abolisce il disegno e il chiaroscuro.

Rappresenta sentimenti immateriali, i personaggi sono involucri di passioni e angosce, spesso caricati di funzione simbolica come nella narrazione ciclica "Il fregio della vita" (1893-1918), composta da numerose tele. È divisa in 4 temi: il risveglio dell'amore, l'amore ce fiorisce e passa, paura di vivere, la morte.




Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".