Mappa concettuale: Dopo la Seconda Guerra Mondiale



Il prezzo della libertà è costato 50 milioni di morti, 35 milioni di feriti e 3 di dispersi, 64 milioni di profughi europei, 40 milioni di fuggiti o espulsi, 11 milioni i deportati nei campi di concentramento, 350 mila italiani abbandonarono l'Istria che è stata ceduta alla Jugoslavia.

Per condannare gli esponenti del 3° Reich, il 31 agosto 1946 si istituisce il processo di Norimberga che li accusa di crimini contro l'umanità e genocidio: 12 imputati sono condannati a morte, 3 assolti e 7 condannati a pene detentive. Sulla base della "carta atlantica di Roosevelt e Churchill 1942" nasce l'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) e viene scritta la dichiarazione dei diritti dell'uomo... ma la pace è ancora lontana.

Dopo la 2° guerra mondiale vi sono contrasti tra USA e URSS.

Gli USA hanno una potenza mondiale, dollaro forte, due terzi delle riserve d'oro nel mondo, prestigio per aiuto alleato, una democrazia con una economia liberista.
L'URSS ha una forte industria bellica, prestigio morale e politico, simpatia socialista fra operai e intellettuali del mondo e un regime socialista che applica un'economia pianificata.
Tra USA e URSS inizia una guerra fredda, un conflitto economico, politico e ideologico.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".