Punti di sospensione: uso dei tre puntini


I punti (o puntini) di sospensione, detti anche "tre puntini" nella lingua parlata, sono un segno di punteggiatura e si raffigurano con tre punti consecutivi scritti orizzontalmente. Si usano per indicare una pausa, simile alla virgola e, il loro compito è quello di interrompere un discorso o una parola. Oggigiorno se ne fa un uso spregiudicato: spuntano ovunque nelle frasi, anche in quelle in cui se ne potrebbe fare a meno.

Prima di iniziare a spiegare il loro uso nella frase, caso per caso, si ricorda che non sono né due (..) né 874548572 (....................), bensì tre: (...) . Inoltre sono seguiti da uno spazio, a meno che il carattere successivo non sia una parentesi o virgoletta di chiusura, un punto interrogativo o esclamativo.


...Prima della frase

I puntini di sospensione messi prima di una frase, creano la suspense del contenuto che verrà.

ESEMPIO:
...e alla fine mi diedero ragione.


In mezzo... alla frase

I puntini di sospensione che si trovano in mezzo alla frase hanno lo stesso significato di caricare la molla dell'aspettativa. Sono utilizzati anche per riprodurre l’andamento spezzato e ricco di pause tipico della lingua parlata. La frase che segue i punti di sospensione inizierà con la lettera minuscola, in quanto è come se la frase fosse momentaneamente sospesa in attesa di un continuo.

ESEMPIO:
- Rosso di sera... bel tempo si spera.
- Poi si è messo a piovere e… lasciamo perdere…
- Beh... volevo dirti... che... mi dispiace.


Alla fine della frase...

I puntini finali lasciano intendere che c'è dell'altro, che ne sappiamo di più oppure possono significare silenzio dovuto a disaccordo, disapprovazione o confusione. Se posti alla fine di una frase, la frase successiva inizierà con lettera maiuscola.

ESEMPIO:
- Come vuoi...
- Ok...
- E ti pareva...


...Sia all'inizio sia alla fine della frase...

I puntini iniziali e finali svolgono una funzione di virgolettato, evidenziano il contenuto di ciò che è scritto in mezzo come se fosse una frase di immenso significato.

ESEMPIO:
...dicevano che sarebbe andato tutto bene, dicevano...



Altri usi

1) I puntini di sospensione possono essere utilizzati per censurare parole che se scritte per esteso risulterebbero volgari (le parolacce).

ESEMPIO:
"vaffa…"
"…zzo"


2) I punti di sospensione disposti all'interno delle parentesi quadre indicano che la citazione riportata non è completa. [...] Tale tecnica viene utilizzata per evitare di citare interi paragrafi inutilmente.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".