Giufà e i cento dinari
     


Giufà e i cento dinari


Testo:

Giufà aveva molto bisogno di soldi e, allora, si mise a pregare Dio nel cortile di casa. Per farsi sentire meglio prega a voce alta:
- Dio, Dio mio aiutami! Manda 100 denari a Giufà morto di fame! Ma cerca di essere veramente buono con me: non mandarmi meno di 100 denari! Se me ne mandi solo uno di meno, non li accetterò.
Ogni giorno e spesso più di una volta al giorno, Giufà faceva la sua preghiera.
Un suo vicino di casa, stanco di sentirlo pregare pensò di fargli uno scherzo. Pensando che Giufà non avrebbe accettato, preparò un borsino con 99 denari. Quando Giufà si mise a pregare, glielo buttò nel cortile.
Giufà raccolse il borsino e cominciò a contare le monete:
- Dio - disse - hai ascoltato la mia preghiera, ma non fino in fondo. Manca un denaro! Non dovrei accettare la tua donazione, ma lo farò lo stesso. Mi raccomando, però, il denaro che manca mandamelo al più presto possibile!
Al suo vicino, che pensava di prendere in giro Giufà, non restò altro da fare che incassare il colpo.



Nessun commento :

Scrivi un commento

I commenti dovranno prima essere approvati da un amministratore. Verranno pubblicati solo quelli utili a tutti e attinenti al contenuto della pagina. Per commentare utilizzate un account Google/Gmail, altrimenti la modalità "anonimo".